XBox One, dietrofront Microsoft: nessuna restrizione

Microsoft fa marcia indietro riguardo le restrizioni inizialmente annunciate per l’utilizzo di XBox One: sì a giochi usati e no a connessione obbligatoria.

Xbox OneXbox One

La presentazione ufficiale di Xbox One ha sicuramente calamitato l’attenzione dei gamers di tutto il mondo. Pur non potendo tacere la curiosità per le novità della nuova console di Microsoft, in molti hanno però espresso molta disapprovazione per una serie di limitazioni imposte per l’utilizzo del prodotto.
Sin da subito, infatti, Microsoft ha fatto sapere che per poter accedere alle funzionalità di XBox One sarebbe stata necessaria una connessione online.
Altra nota particolarmente dolente è stata quella relativa alla imposizione di soli giochi nuovi: i game usati non sarebbero stati supportati, nè quelli prestati o noleggiati.
Questi due aspetti hanno creato molto malumore in chi ha a lungo atteso la nuova console di gioco di Microsoft, generando polemiche espresse su forum, social network e commenti sui canali ufficiali a disposizione.
Probabilmente per via di questo forte dissenso o forse anche per via della quasi contemporanea uscita di PlayStation 4, anch’essa recentemente presentata, si apprende che Microsoft ha deciso di eliminare le suddette restrizioni, pubblicando un post sul blog ufficiale dedicato a Xbox One.

Il primo punto di cui si parla è proprio relativo alle impostazioni della connettività: si fa dunque presente che non sarà necessario restare in linea 24 ore su 24 ma si potrà tranquillamente giocare tramite game su disco anche in modalità offline.
La connessione sarà necessaria però per avviare il set-up iniziale della console.
Dietrofront anche per quanto riguarda l’utilizzo di giochi usati, noleggiati o prestati: da Microsoft si pecifica che non ci saranno limitazioni di sorta, dunque tutto funzionerà esattamente come è avvenuto fino ad oggi, ad esempio come con Xbox 360.
Soprattutto, non ci saranno neppure restrizioni regionali, come inizialmente paventato.
Un netto e deciso ripensamento, probabilmente effettuato e comunicato per non perdere terreno nella fase cruciale di lancio.

Se vuoi rimanere aggiornato su XBox One, dietrofront Microsoft: nessuna restrizione iscriviti alla nostra newsletter settimanale

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.