Intervista a Edgar Dennis Crespin, Regional Sales Manager, Antec Europe B.V.

In qualità di Regional Sales Manager, Crespin è responsabile dello sviluppo dei mercati nel Sud Europa e in parte dell’Europa Orientale. Il suo network è costituito da distributori, rivenditori e partner e-commerce. Inoltre si occupa di mediare e localizzare a livello regionale le startegie di comunicazione aziendale. In precedenza, Crespin ha lavorato nell’industria cinematografica presso Winton/duPont a New York City e si occupava di vendite IT. Crespin ha conseguito un master in Business Administration in arte e storia dell’arte persso la Colgate Universty di New York.

Come si presenta il mercato italiano e quali sono le prospettive? Il mercato italiano è molto dinamico a causa del tradizionale alto numero di piccole e medie imprese del paese. Di conseguenza avere i giusti partner è fondamentale per il nostro successo perché in questo modo loro si focalizzano sul mantenimento dei numerosi clienti a livello nazionale. Sebbene quella di avere un unico Distributore/Rivenditore partner sia un’alternativa valida(come ad esempio CDC e i propri negozzi Computer Discount), nulla garantisce di aver successo in questo mercato. In altre parole la versione italiana del franchising non è la struttura tradizionale di franchising che Antec conosce e con la quale lavora a livello globale. In Italia la maggior parte dei negozi che fanno parte di un franchising mantengono infatti la propria identità di negozio privato e, se vogliono, esercitano il proprio diritto di comprare direttamente dall’headquarter. Ora che anche le marche più importanti offrono PC a basso costo, persino gli integratori più grandi sentono gli effetti di questo mutamento che li porta a focalizzarsi in ambiti specialistici quali soluzioni atx micro/mini, media center e anche PC portatili. Qualsiasi cosa pur di catturare l’attenzione dei consumatori. Che rapporto hanno i consumatori con questo mercato? Il consumatore è molto sensibile alle politiche di prezzo e tende a investire in soluzioni poco costose. Sebbene ci sia un’alta percentuale di questo tipo di cosumatori, la base clienti di Antec è aumenta di anno in anno grazie a diversi fattori: 1) maturità del mercato: gli avanzamenti tecnologici possono essere garantiti solo dalle società leader del mercato dei componenti e gli integratori contano su noi; 2) maturità del consumatore: il consumatore si sta sempre di più rendendo conto che investire pochi euro in più nei nostri prodotti gli consente di risparmiare nel lungo periodo (i nostri prodotti sono infatti coperti da 3 a 5 anni di garanzia e garantiscono alte performance). Qual’è la visione di Antec? La nostra strategia è quella di creare consapevolezza del marchio Antec nel mercato e posizionarci come leader nei componenti informatici ad alte prestazioni per i mercati dell’aggiornamento PC e del “fai-da-te”. Vogliamo educare il mercato e far capire i vantaggi e la qualità dei nostri prodotti rispetto all’OEM importato o senza marca. Infine vogliamo anche lavorare coi grandi franchise retailer con cui lavoriamo in Europa. Qual’è il vostro cliente tipo? Aziende di piccole e medie dimensioni, dai rivenditori agli integratori. Chi sono i vostri competitor? Se parliamo di qualità, non c’è realmente molta competizione nel mercato. È più una questione di consapevolezza e conoscenza di marca che sono state create dalle altre società anni prima dell’ingresso di Antec del mercato che rende i loro prodotti competitivi. Cosa offre in più Antec rispetto ai competitor presenti in Italia, perché preferirvi? Antec ha più di 20 di esperienza nella progettazione e produzione di case, rack, unità di alimentazione elettrica (PSU) e prodotti per il raffreddamento dei componenti di alta qualità. In generale, la scelta di un case è collegata anche al suo aspetto e i case Antec offrono sempre un design elegante e pulito che li diffrenzia in modo netto dai competitor a prima vista, le unità di alimentazione elettrica al contrario sembrano tutte uguali per la maggior parte degli utenti e anche qui Antec fa la differenza perché non offre solo qualità, ma anche massima efficienza. Quello che il mercato e i consumatori devono capire in questo ambito è che l’acquisto di prodotti senza marca nel lungo periodo diventa antieconomico poiché molti prodotti non sono per nulla efficienti e in alcuni casi sono prodotti rietichettati e venduti come prodotti di wattaggio più alto. Quasi tutte le nostre PSU invece garantiscono un’efficienza minima dell’80%, senza parlare della garanzia da 3 a 5 anni. Quali sono le novità del settore? Abbiamo recentemente stipulato un accordo con Ingram Micro Italia che avrà una disponibilità illimitata di un’ampia gamma di prodotti quali computer case, cooling fan, lighting component e altri accessori innovativi per il mercato e che si occuperà di creare consapevolezza della marca nel paese. Ci aspettiamo una crescita significativa in termini di clienti e di raddoppiare i nostri risultati in Italia nel 2007. Com’è andato l’ultimo anno e quali sono i vostri gli obiettivi futuri? L’anno scorso i risultati hanno registrato una crescia del 155% rispetto all’anno precedente. Per quest anno abbiamo già superato i nostri target e grazie alla nuova partnership ci aspettiamo una crescita ancora superiore.

Se vuoi rimanere aggiornato su Intervista a Edgar Dennis Crespin, Regional Sales Manager, Antec Europe B.V. iscriviti alla nostra newsletter settimanale

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*