Skype, bug della cronologia messaggi sballata: cosa fare?

Su Skype si segnala un bug: quello dei messaggi proposti non in ordine cronologicamente corretto. Ecco una soluzione temporanea in attesa dell'aggiornamento risolutivo.

Skype, bug della cronologia messaggiSkype, bug della cronologia messaggi

Microsoft ha appurato che uno degli ultimi aggiornamenti rilasciati ultimamente ha fatto sì che emergesse un bug nel sistema di messaggistica e di comunicazione.
Si apprende infatti che molti utenti che stanno utilizzando Skype alla sua versione 7.17.0.105 denotano uno strano fenomeno: la cronologia dei messaggi scambiati via chat non risulta essere in ordine.
Ciò vuol dire che Skype non propone il corretto ordine cronologico dello scambio di messaggi, sebbene ciò non avvenga sistematicamente.
Alcuni utenti hanno infatti segnalato l’anomalia, molto spesso sporadica, nel senso che non si verifica in tutte le conversazioni ma solo in alcune.
Dopo le diverse segnalazioni inviate dagli iscritti al servizio, il team Microsoft al lavoro su Skype ha commentato circa l’accaduto, assicurando anzitutto che lo staff sta già elaborando una soluzione al problema, effettivamente esistente.
Inoltre si è provveduto a dare un consiglio utile: ripristinare la precedente versione (dunque la 7.17.0.104) provvedendo però a disinstallare – come primo passo – l’aggiornamento più recente ricevuto che ha causato l’emergere del bug in questione.
La versione 7.17.0.104 è attualmente ancora facilmente reperibile via canali ufficiali, seguendo il link download.skype.com/msi/SkypeSetup_7.17.0.104.msi: si aprirà direttamente una finestra per il salvataggio del relativo file.

In questo modo si potrà ripristinare la corretta visualizzazione dei messaggi in chat e si potrà quindi evitare di fare confusione, fino al rilascio del prossimo fix da parte di Microsoft: un aggiornamento che sarà risolutivo del problema.

Se vuoi rimanere aggiornato su Skype, bug della cronologia messaggi sballata: cosa fare? iscriviti alla nostra newsletter settimanale

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*