Intervista a Carlo Viale, Marketing Manager Adobe Systems Italia, per conoscere da vicino il mercato del software per creare e visualizzare informazioni

Carlo Viale è Marketing Director per l’Italia dal dicembre 2002. Nato a Milano nel 1968, dopo aver conseguito la maturità classica e la laurea in Economia e commercio all’università Cattolica di Milano ha frequentato il master in relazioni pubbliche e public affairs in Burson-Marsteller, filiale italiana di uno dei principali network di agenzie di Pr al mondo. Maturata una significativa esperienza in Burson-Marsteller nell’area marketing communications, è in Adobe Systems dal settembre 1997 dove ha compiuto un significativo percorso professionale ricoprendo differenti ruoli fino all’attuale carica.

Chi è Adobe? Fondata nel 1982, Adobe rivoluziona il modo in cui il mondo utilizza le idee e le informazioni. Da oltre vent’anni, le tecnologie Adobe contribuiscono a ridefinire le comunicazioni per le persone e per le aziende e fissano nuovi criteri per la produzione e la distribuzione di contenuti ovunque e in qualsiasi momento. Dalle immagini per la stampa, ai video e i film, fino ai contenuti digitali dinamici per vari tipi di supporti, l’impatto delle soluzioni Adobe è evidente per le aziende e per tutti coloro che creano, visualizzano o gestiscono le informazioni. Come si presenta il mercato italiano del software e quali sono le prospettive? Il mercato italiano del software risente in generale del modesto andamento di tutto il settore dell’ICT di cui fa parte. E ciò non sorprende dato che anche il Pil è quasi fermo. L’ultimo rapporto Assinform indica tuttavia proprio nel software applicativo e nei servizi professionali dell’IT la potenziale via italiana all’informatica. Adobe da questo punto di vista è pronta a cogliere questa opportunità poiché vanta un’offerta di soluzioni molto ampia che si fondano su tecnologie standard ampiamente diffuse in tutto il mondo come il PDF e Flash. Che rapporto hanno le imprese italiane con i prodotti Adobe? La pervasività delle tecnologie Adobe PDF e Adobe Flash fa si che le imprese italiane non possano evitare di confrontarsi con esse. Ciò permette ad Adobe di far conoscere più facilmente le proprie soluzioni di nuova generazione che basandosi proprio su questi standard permettono di migliorare molto il modo in cui le imprese e i singoli distribuiscono, gestiscono e interagiscono con le informazioni. Qual è la vision di Adobe? La vision di Adobe fa leva sulle potenzialità tecnologiche dei formati PDF e Flash che permettono di migliorare le modalità di creazione, gestione e distribuzione delle informazioni. I programmi Adobe Reader e Flash Palyer sono già disponibili su centinaia di milioni di computer, telefoni cellulari e dispositivi mobili nel mondo, in questo modo le persone possono utilizzare efficacemente tutti i contenuti senza limiti di spazio, tempo o dispositivi. Grazie ad una cultura aziendale improntata all’innovazione, Adobe continua a reinventare il modo in cui vengono percepite, create e distribuite le informazioni. Quali sono i vostri prodotti e su quali puntate maggiormente? I prodotti di Adobe sono diversi per soddisfare le esigenze di mercati differenti. Vi sono i prodotti per i creativi professionisti dei settori media & publishing, quelli destinati ai knoledge-worker come Acrobat o Breeze, quelli per per il mercato degli sviluppatori come Coldfusion e Flex, quelli per gli utenti finali , per gli appassionati che desiderano sviluppare, migliorare e distribuire immagini e contenuti. Infine vi sono le applicazioni per il mercato enterprise con l’offerta LiveCycle, dotata di form, policy server e varie funzioni che consentono di sviluppare workflow, applicazioni che trattano, gestiscono e condividono i documenti. Qual è il vostro cliente tipo? Il nostro cliente tipo in ragione dell’ampia gamma di prodotti va dal singolo utente alla grande impresa. Quali sono i vostri competitor? E’ molto difficile stilare un elenco significativo dei competitor di Adobe. Da un lato Adobe ha un’offerta di soluzioni che si rivolge ad una gamma molto ampia di clienti, dall’utente consumer alla grande impresa, dall’altro il grado di pervasività delle sue tecnologie (Adobe PDF e Flash) è al momento difficilmente eguagliabile. Alcune aziende che si possono considerare competitor di Adobe in alcuni segmenti di mercato, come Apple e Microsoft, operano in qualità di suoi Partner in altri. Pertanto possiamo concludere che esistano molteplici competitor di Adobe nei singoli mercati verticali, come ad esempio Quark in ambito stampa e prestampa, ma nessuno in grado di porsi contemporaneamente come concorrente in tutte o quasi le sue aree di attività. Cosa offre in più Adobe rispetto ai competitor presenti in Italia, perché preferirvi? In oltre 20 anni di attività Adobe si è sempre distinta per la qualità e l’ampia offerta dei suoi prodotti ed anche per la capacità di rispondere e anticipare le esigenze del mercato. Con l’acquisizione di Macromedia e un fatturato in crescita, Adobe garantisce la massima solidità organizzativa e finanziaria alla propria clientela Com’è andato l’ultimo anno e quali sono i vostri gli obiettivi futuri? Anche l’ultimo anno ha confermato il trend di crescita che resta tra gli obiettivi dell’anno prossimo. Con l’acquisizione di Macromedia, Adobe ha creato il sesto gruppo di software nel mondo con 2,7 miliardi di fatturato. Ad oggi più del 90% dei creativi professionisti usa Photoshop, i documenti in pdf rappresentano il 10% circa dei contenuti Web, Adobe PDF è presente nel 90% dei computer, Flash è installato nel 98% dei computer desktop dotati di connessione a Internet. Gli obiettivi futuri sono quelli di mettere insieme PDF e Flash e creare così un pool di tecnologie pervasive su tutti i pc e rendere possibili l’utilizzo di nuove soluzioni lato server.

Se vuoi rimanere aggiornato su Intervista a Carlo Viale, Marketing Manager Adobe Systems Italia, per conoscere da vicino il mercato del software per creare e visualizzare informazioni iscriviti alla nostra newsletter settimanale

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*