Google Cloud SQL, database in cloud pronto

Il futuro è sulle nuvole, lo sa bene Google che presenta Google Cloud SQL, nuovo servizio utile per gestire database in cloud.

Google Cloud SQLGoogle Cloud SQL

Questione di coincidenza probabilmente o forse di un confronto a distanza a colpi di rapidità ma in una manciata di ore, mentre Oracle presentava la sua soluzione cloud per database, ecco arrivare l’annuncio della nascita di Google Cloud SQL, già in dowload.
Il colosso della ricerca gioca una nuova carta che – ad ogni modo – non si discosta affatto dalla strada ormai intrapresa da tempo: spostare tutto sulle “nuvole”, sulle strutture che lavorano in cloud.
Allo sviluppatore tutto il vantaggio della leggerezza della propria architettura, senza più il timore di perdita dati per guasti hardware o per backup non eseguiti.
Sarà infatti Google a provvedere alle operazioni tradizionali utili alla corretta gestione di un database. Certo, la perdita dei dati è lo spauracchio di tutti: a tal proposito Google assicura che la nuova piattaforma è studiata in modo tale da garantire il salvataggio dei file in più data center, così da scongiurare eventuali problemi.
Google Cloud SQL si interfaccia egregiamente e completamente con Google App Engine ed è basato su una forte familiarità con MySQL, dunque lo sviluppatore – a conti fatti – dovrà solo lavorare sul codice, lasciando a Google tutte le altre incombenze.
Al momento Google Cloud SQL è in download gratuito in versione “Limited Preview” , utile per poter iniziare a testare il servizio prima della sua commercializzazione.
Sono infatti attese nei prossimi giorni le tariffe che verranno applicate per usufruire del servizio.

Se vuoi rimanere aggiornato su Google Cloud SQL, database in cloud pronto iscriviti alla nostra newsletter settimanale

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*