Gestire una videoteca con Access

Gli appassionati di cinema potranno avere la loro preziosa collezione a portata di clic grazie a questo tutorial e ad Access.

Prima con le cassette VHS, adesso con i più recenti DVD, gli appassionati del grande schermo continuano a raccogliere titoli su titoli di film per le loro preziose videoteche. Una videoteca, alla fin fine, altro non è che un database, che un programma come Microsoft Access può gestire con grande facilità. Il primo passaggio da intraprendere per la creazione del nostro archivio di film, sarà la scelta delle notizie da conservarvi, o per meglio dire, quali campi dovremo creare.

I dati minimali per una videoteca che si rispetti sono: il genere, il titolo, il regista, gli interpreti principali (almeno due), l’anno e il paese di produzione, oltre ad uno spazio per eventuali note aggiuntive. Detto ciò, posizioniamoci nella scheda Tabelle ed eseguiamo un doppio clic sull’icona Crea una tabella in visualizzazione struttura. Sarà visualizzata la tabella in modalità struttura, della quale popoleremo i campi con le corrispondenti voci sopra descritte.

Escluso il campo “Anno”, che sarà di tipo Numerico dimensionato ad Intero, tutti gli altri campi saranno di Testo; dimensionando a 255 caratteri le “Note”, a venticinque i campi “Genere” e “Nazione” e sui cinquanta caratteri i rimanenti campi. Finita la preparazione della tabella salviamola, accettando l’offerta di Access di denominarla “Film”, come la tabella, e rifiutiamo la creazione della chiave primaria, poiché in questo database non creeremo relazioni fra tabelle.

Passiamo adesso nella scheda Maschere ove creeremo lo strumento tramite il quale inseriremo i titoli della nostra collezione. Eseguiamo un doppio clic su Crea una maschera mediante una creazione guidata e nel primo passaggio della creazione guidata, con la tabella “Film” già associata per default, passiamo tutti i Campi disponibili: nel riquadro dei Campi selezionati: facendo clic sul piccolo pulsante centrale contraddistinto dal doppio simbolo di maggiore (>>).

Nel secondo passaggio della creazione guidata, come layout sceglieremo Tabulare, impostazione che permette di visualizzare più record (titoli film) contemporaneamente. Il terzo passaggio, relativo agli Stili, ci porta a scegliere Standard, trattandosi dello stile che permette il maggior grado rielaborazione della maschera e probabilmente una maggior facilità di lettura. Giunti così all’ultimo passaggio, ci sarà proposto “Film” come nome da dare alla maschera.

Le creazioni guidate di Access danno spesso risultati discutibili, ma in questo caso siamo proprio sul mediocre. Per chiarire meglio la situazione, l’immagine correlata presenta una maschera già popolata di dati, e come si può vedere è ben difficile leggere le informazioni in essa contenute. Occorre modificare sostanzialmente la nostra maschera. Passiamo in modalità Struttura, cliccando sull’apposito pulsante, della barra degli strumenti, a forma di squadretta.

Il problema più rilevante è dato dal fatto, che i campi sono di piccole dimensioni rispetto ai nomi che devono contenere. Quindi dobbiamo iniziare ad aumentare lo spazio disponibile, allargando la finestra della maschera. Tale operazione si compie posizionando il puntatore del mouse su uno dei lati della Finestra, sino a quando diventa una doppia freccia; a quel punto, tenendo schiacciato il tasto sinistro, spostiamoci verso destra o verso sinistra per ingrandirla.

Dovremo anche aumentare, usando la stessa tecnica della finestra, le dimensioni del Corpo della maschera (la superficie con griglia popolato dai campi). Ciò fatto potremmo iniziare ad allargare i campi, o meglio le Caselle di testo. Attenzione a non confondersi fra Caselle di testo ed Etichette. Le Caselle di testo corrispondono ad i campi della tabella e visualizzano i dati, mentre le Etichette, sono il testo descrittivo del contenuto del campo, cioè le intestazioni.

Per modificare o spostare le Caselle di testo e le Etichette, occorre farci un clic sopra, in modo che il bordo rimanga evidenziato e vi si aggiunga una serie di “maniglie” (dei quadratini scuri). Agendo sulle maniglie (il puntatore del mouse diventa una doppia freccia) è possibile ridimensionare gli oggetti alle quali appartengono, mentre, con il puntatore sul bordo selezionato (ma non sulle maniglie), esso diventerà una “manina” che permetterà di fare spostamenti.

Prima di dare una forma definitiva ai campi, se valutassimo scarsi gli 8 pt. predefiniti dei caratteri, per una corretta visualizzazione, aumentiamone le dimensioni. Per non stare a selezionare un campo per volta, selezioniamoli tutti in un solo passaggio, posizionando il puntatore del mouse sul Righello orizzontale, ove assumerà la forma di una freccia rivolta verso il basso, quindi tenendolo premuto spostiamoci verso destra, sino alla fine del Corpo della maschera.

Dopo aver rilasciato il tasto sinistro, vedremo Caselle di testo ed Etichette selezionate. Dalla barra degli strumenti possiamo agire sul pulsante Dimensione carattere per aumentare le dimensioni a 10. I campi, a seguito di questa modifica, potrebbero risultare bassi, quindi, mentre sono ancora selezionati, facciamoci clic sopra con il tasto destro e dal relativo menu contestuale selezioniamo Dimensione > Al contenuto. Saremo così sicuri di averli tutti alti uguali.

Invece, per quel che riguarda la larghezza delle Caselle di testo, dovremo effettuare delle prove, con nomi molto lunghi, tipo “Arnold Schwarzenegger”, per decidere il loro dimensionamento. Teniamo conto che, anche avendo un monitor con risoluzione da 1024×768 pt. (tipica dei 17 pollici con tubo catodico), troveremo delle difficoltà a collocare tutti i campi su di un’unica riga. In questo caso, il consiglio sarebbe di spostare il campo “Note” nella riga sottostante.

La formattazione delle Etichette, oltre a seguire i nostri gusti personali, deve attenersi a regole di buona visualizzazione (ergonomiche), quindi di buon contrasto fra il testo e lo sfondo. Anche un miglioramento dell’Aspetto, ad esempio Incassato, migliora la leggibilità del tutto. Per applicare tali migliorie, selezioniamo tutte le Etichette con un clic sul righello e sulla barra degli strumenti agiamo sui pulsanti appropriati: Sfondo, Colore carattere e Aspetto.

Poiché Caselle di testo ed Etichette di dimensioni diverse, potrebbero non piacere, vediamo di farle uguali, operazione che se eseguita manualmente è piuttosto tediosa. Ma Access ci permette di automatizzare l’operazione. Selezioniamo contemporaneamente i due elementi e facciamoci clic sopra con il tasto destro. Nel menu contestuale selezioniamo Dimensione > Al più largo. Probabilmente, dopo tutti questi interventi, anche gli allineamenti saranno da aggiustare.

Per allineare tutte le etichette orizzontalmente, selezioniamole e richiamiamo il menu contestuale con un clic del tasto destro del mouse, per poi selezionare Allinea > In alto. Usiamo la stessa tecnica, per allineare fra loro Etichette e Caselle di testo, scegliendo Allinea > A sinistra (o a destra). Eseguiamo dei ritocchi finali, consistenti nello spostare l’Etichetta denominata “Note” alla sinistra del corrispondente campo e nel centrare il testo delle etichette.

Se vuoi rimanere aggiornato su Gestire una videoteca con Access iscriviti alla nostra newsletter settimanale

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*