Controlliamo la dieta con Excel

Se abbiamo fatto il gran passo di metterci a dieta abbiamo bisogno di tenere tutto sotto controllo: vogliamo vedere orgogliosi ogni grammo perduto, grafico alla mano!

Apriamo Excel, facciamo clic su menu File e selezioniamo la voce Nuovo… Si apre un pannello laterale a destra, come vediamo in figura, pensato per integrare la ricerca di modelli già precompilati anche sul web. Facciamo clic su Cartella di Lavoro Vuota e salviamo subito il file con il nome controllodieta.xls.

Iniziamo ad inserire le date. Quando ci mettiamo a dieta, per non rischiare di diventare paranoici, è meglio impostare una frequenza di controllo settimanale. Facciamo clic sulla B per selezionare l’intera colonna (anche se lasceremo le prime cinque righe per dei dati di riepilogo che inseriremo in seguito) e da menu Formato selezioniamo Celle.

Andiamo nella scheda Numero, sotto la voce Categoria scegliamo Data e nell’elenco scegliamo il metodo di visualizzazione delle date che ci sembra più comodo. Premiamo Ok e digitiamo la prima data nella cella B7: nel nostro file di esempio è stata quella di domenica 22/05/05. Nella cella sottostante digitiamo la data della settimana successiva, 29/05/05.

Selezioniamo entrambe le celle e posizioniamo il cursore sopra il quadratino che si trova in basso a destra nel riquadro di selezione. Non appena il cursore cambia forma facciamo clic e trasciniamo verso il basso ed Excel inizierà ad inserire automaticamente le altre date, con gli intervalli settimanali, sino a che non rilasceremo il tasto del mouse.

L’intervallo di tempo che sarà preso in esame nel file di esempio che stiamo realizzando, e che potrete scaricare, è fino al 31/12/2005. Una volta inserite le date scriviamo le etichette per i dati che inseriremo. Andiamo nella cella C6 e digitiamo PESO, TORACE, GIROVITA, FIANCHI, IMC, dove IMC sta per Indice di Massa Corporea.

Prima di iniziare a fare i calcoli terminiamo di creare le tabelle per controllare le variazioni di peso e di misure. Proseguiamo nella riga 6, saltando la colonna H, e scriviamo Calo di peso, Calo di Girovita, Calo di Fianchi. Per formattare il testo delle celle da menu Formato selezioniamo Celle ed operiamo le opportune modifiche nelle schede Carattere ed Allineamento.

Ecco fatto, adesso posizioniamoci nella prima cella relativa all’indice di massa corporea ed inseriamo la formula =C7/(H*H), dove ad H dobbiamo sostituire la nostra altezza. Fatto questo posizioniamo il cursore sopra il quadratino nel riquadro di selezione e trasciniamo verso il basso per copiare la formula nell’intera colonna e verificare le variazioni al nostro IMC.

Andiamo nella tabella di controllo del calo. Digitiamo zero in tutte e tre le colonne nella prima riga. Posizioniamoci nella seconda riga della colonna della tabella del calo di peso. Qui dobbiamo inserire una funzione. Non basta infatti, effettuare una sottrazione tra una serie e la successiva: se quest’ultima non è ancora stata inserita Excel restituirebbe come risultato il valore precedente.

Dobbiamo quindi fare in modo che verifichi prima che il dato sia diverso da zero, in caso contrario non deve eseguire l’operazione. Facciamo clic sul tasto Inserisci Funzione nella Barra della Formula, nella Finestra di Dialogo selezioniamo SE e premiamo Ok. Nella condizione test inseriamo C8>0: se ciò è vero allora eseguiamo C7-C8, se è falso allora il risultato deve essere zero.

Premiamo Ok nella finestra di dialogo e, con la cella ancora selezionata facciamo clic sul quadratino nel bordo di selezione della cella e trasciniamo verso il basso per copiare la formula nell’intera colonna. In questo modo potremo vedere chiaramente quanto peso avremo perso settimana per settimana.

La stessa operazione ripetiamola per quanto riguarda la funzione che calcoli il calo settimanale delle misure del girovita: creiamo la funzione con la condizione test e poi copiamola nella colonna. Non occorrerà ripetere l’operazione anche per la terza colonna in quanto, essendo contigua a quella del girovita, può essere copiata per trascinamento da questa.

Torniamo nella riga due del documento e selezioniamo le celle B e C. Facciamo clic con il tasto destro e selezioniamo Formato Celle. Nella scheda Allineamento attiviamo la casella di controllo Unione Celle. All’interno della cella digitiamo Calo di Peso. Attiviamo la cella accanto, la E2 ed attiviamo lo strumento Somma Automatica sulla Barra degli Strumenti.

Selezioniamo per trascinamento l’intero intervallo di celle della colonna Calo di Peso. In questo modo avremo il totale dei chili perduti in primo piano, aggiornato automaticamente a mano a mano che inseriremo i dati nella tabella principale. Ripetiamo la stessa operazione per il Calo di Girovita ed il Calo di Fianchi.

Selezioniamo ora l’intera area dati, inclusiva di date ed etichette e da menu Inserisci selezioniamo Grafico. Vista la tipologia di dati il genere preferibile di grafico è ad area (va bene anche 3D). Se abbiamo selezionato correttamente la tabella con i valori nella sezione relativa ai dati di origine non dobbiamo toccare nulla. Nel passo successivo personalizziamo come preferiamo ed abbiamo fatto.

Per finire, diamo una riordinata al tutto nel caso lo volessimo stampare. Verifichiamo innanzitutto con l’anteprima di stampa se riusciamo a far rientrare la pagina correttamente entro i margini (ma non succede quasi mai). Allora da menu Visualizza attiviamo Anteprima Interruzioni di Pagina e trasciniamo le linee tratteggiate per definire l’area di stampa. Ed ora festeggiamo il dimagrimento!

Se vuoi rimanere aggiornato su Controlliamo la dieta con Excel iscriviti alla nostra newsletter settimanale

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*