Intervista a Giulio Montemagno, Country Manager PayPal Italia

La formazione: 30 anni, nato a Milano. Laureato con lode presso l’Università IULM di Milano, Corso di laurea in Marketing e Comunicazione, discutendo una tesi sul Marketing dei servizi finanziari nell’industria B2C. Esperienze lavorative: fondatore del sito italiano di iBazar e responsabile del suo sviluppo commerciale, nel 2001 si trasferisce a Parigi con l’incarico di responsabile di prodotto per eBay Francia. In PayPal dal 2004: dopo la positiva esperienza in Francia, il gruppo eBay gli affida l’incarico di portare in Italia PayPal. Il 14 Gennaio 2005 il sito www.paypal.it va online con ottimi risultati. A guidarlo è Giulio Montemagno.

Come si presenta il mercato italiano dei pagamenti via Internet e quali sono le prospettive? Paypal è presente nel mercato italiano da poco più di un anno e ha già raggiunto nel nostro Paese oltre un milione di conti attivi, con un ritmo di crescita di un nuovo conto PayPal ogni 29 secondi; questo dato ci testimonia un interesse crescente e vivo. Nonostante l’Italia sia nota per essere una Nazione in cui il commercio a distanza non ha mai vissuto grandi fortune, dobbiamo considerare che su eBay.it ci sono ormai più di 3 milioni di utenti registrati, e che lo sviluppo del commercio elettronico è in continua crescita; anche una recente ricerca condotta da Research International dimostra che oltre 600 mila italiani compreranno i loro regali di Natale sul web. Questo indica come l’ecommerce sia ormai una realtà sempre più italiana e l’avere a disposizione metodi di pagamento sicuri e affidabili come PayPal non fa che avvantaggiarlo. Che rapporto hanno le imprese italiane con tali sistemi? PayPal è accettato come metodo di pagamento da un numero sempre crescente di venditori professionali; non solo su eBay ma anche al di fuori della piattaforma. Questo per la sua facilità di accesso al servizio, per la velocità della transazione in tempo reale, e per la sicurezza che garantisce; PayPal è il metodo piu’ sicuro di pagamento online e mantiene il più basso livello di perdite dovute alle frodi nel commercio elettronico – 0.35 % contro il livello medio di circa 1.10% dei primi 150 siti di commercio online. Che rapporto hanno i consumatori finali italiani con tali sistemi? Gli italiani hanno sviluppato un ottimo rapporto con PayPal: ad un anno dal suo arrivo in Italia i conti attivi erano già un milione; una ricerca Ipsos presentata quest’anno dimostra che oltre alla sicurezza che garantisce, PayPal viene scelto come metodo di pagamento online perché risulta il più veloce (72%), quello che da maggior fiducia nelle operazioni di shopping on line (67%) e il più facile da usare (64%). Inoltre la stessa ricerca evidenzia che il 94% degli utilizzatori di PayPal si dichiara estremamente soddisfatto. Qual è la vision di PayPal? L’obiettivo è quello di diffondersi e consolidarsi come metodo di pagamento online privilegiato e favorito tra gli utenti italiani, a questo scopo stiamo sempre più migliorando e confermando le caratteristiche che contraddistinguono PayPal e lo rendono preferibile agli altri metodi di pagamento. Qual è il vostro cliente tipo? In realtà non esiste un’identikit del cliente PayPal, il conto viene aperto da venditori professionisti attenti alla sicurezza dei pagamenti e interessati alla velocità e alla semplicità di PayPal, da acquirenti online che non vogliono condividere i dati della propria carta di credito ma che sono interessati a comprare in tutta libertà e sicurezza, da privati che per ricevere o inviare pagamenti. Quali sono i vostri competitor? I sistemi che offrono pagamenti online, e i sistemi di pagamento tradizionali utilizzati anche per pagare transazioni ecommerce. Siamo soddisfatti dei 123 milioni di conti attivi di PayPal nel mondo e del fatto che, negli Stati Uniti un acquirente su tre utilizzi PayPal come metodo di pagamento, Inoltre consideriamo che PayPal.it, in soli 18 mesi dal suo arrivo in Italia è passato dal 18° al 6° posto della classifica Finance/insurance/investment di Nielsen Net Ratings, e Netcomm ha recentemente affermato che Paypal rappresenta oggi il 10% delle transazioni effettuate online in Italia. Cosa offre in più PayPal rispetto ai competitor presenti in Italia, perché preferirvi? I punti di forza di PayPal sono la facilità, la velocità e la sicurezza. Chi già possiede un conto PayPal può pagare il proprio acquisto non condividendo i propri dati finanziari con il sito di ecommerce su cui sta facendo acquisti, ma semplicemente inserendo il proprio indirizzo email e la password Paypal, oppure, se non ha un conto PayPal, inserendo i propri dati di carta di credito su PayPal in maniere sicura, sia su siti italiani che internazionali. Com’è andato l’ultimo anno e quali sono i vostri gli obiettivi futuri? Il 2005 è stato un anno molto importante per PayPal: il volume totale di pagamenti, corrispondente al valore complessivo delle transazioni, ha superato i $ 27.5 miliardi, con un incremento del 45% anno su anno. Ora PayPal è presente in 103 Paesi e accettiamo pagamenti in diciassette valute, segno tangibile di uno sviluppo e di un miglioramento continuo e costante. RIPRODUZIONE RISERVATA

Se vuoi rimanere aggiornato su Intervista a Giulio Montemagno, Country Manager PayPal Italia iscriviti alla nostra newsletter settimanale

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*