I contenuti di Twitter finiscono su Google: accordo raggiunto

Google e Twitter trovano un accordo e l’effetto sarà visibile a breve: i tweet integreranno i risultati di ricerca.

Twitter torna a stringere un accordo con GoogleTwitter torna a stringere un accordo con Google

Accordo raggiunto tra il colosso delle ricerche online – Google – e il social network basato sul sistema del microblogging, Twitter.
Sin dalle prossime settimane i tweet che cinguettano continuamente gli iscritti a Twitter potranno comparire tra i risultati di ricerca proposti da Google.
Ciò vuol dire che gli spider di Google potranno avere liberto accesso al database di Twitter, in tempo reale: in tal modo le esternazioni lanciate sul social network verranno proposte in SERP, con un effetto che da Twitter sia augurano possa essere positivo.
Le aspettative sono infatti un maggior traffico generato “dall’esterno” e non dall’interno, con conseguente eventuale raccolta pubblicitaria maggiore.
Sono molte le novità che lo staff di Twitter ha proposto nelle scorse settimane: segno che si è cercato di innovare la piattaforma, rendendola più aggiornata al fine di fidelizzare gli iscritti e di attirarne di nuovi.
Non a caso sono state potenziate le chat di gruppo private, è stata implementata la possibilità di caricare video in app e dunque sono stati dati segnali di “svecchiamento” generale, onde evitare un’emorragia di utenti in fuga verso strumenti comunicativi più veloci e attuali.
L’indiscrezione circa l’esistenza di un tipo di accordo del genere è trapelata inizialmente sulle colonne virtuali del sempre ben informato Bloomberg.com ma le voci di corridoio si sono fatte di lì a poco veritiere e confermate.

Dick Costolo – CEO di Google – ha infatti parlato dell’accordo raggiunto con Google nel corso di un’intervista, dunque in un contesto formale e assolutamente ufficiale.
Non ha apertamente svelato i dettagli nè ha saputo (o più probabilmente voluto) indicare una data o un periodo preciso di implementazione totale della novità della presenza di tweet in SERP.
Si pensa tuttavia che gli effetti si vedranno sin dalle prossime settimane, probabilmente nell’arco di circa due o tre mesi, entro dunque la prima metà del 2015.
La sinergia tra i due colossi non è certo una novità assoluta, dal momento che già in passato si era instaurato lo stesso tipo di collaborazione; tuttavia questa è stata interrotta nell’estate del 2011, pare per volere di Google: l’azienda era all’epoca impegnata nello sviluppo di Google+, social che sarebbe nato di lì a poco.

Se vuoi rimanere aggiornato su I contenuti di Twitter finiscono su Google: accordo raggiunto iscriviti alla nostra newsletter settimanale

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*