Google+ per le aziende al via

Pronto l'approdo delle aziende su Google+: è possibile aprire profili aziendali e creare reti di condivisione e cerchi con dipendenti e collaboratori.

Google + apre alle aziende: esempio di HangoutGoogle + apre alle aziende: esempio di Hangout

Google+ spalanca la sua rete social anche alle aziende: dopo aver testato ben bene cerchie e meccanismi di condivisione con i profili personali, è arrivato il momento di includere anche le aziende.
In particolare, Google ha reso disponibile una nuova modalità correlata all’utilizzo di Google Apps: le aziende con profilo su Google+ potranno quindi decidere di autorizzare il collegamento al profilo ai dipendenti tramite Google Apps for Business.
L’applicazione pratica del sistema è semplice: si potrà partecipare a videoconferenze tra autorizzati, via Hangout; si potranno consultare documenti condivisi; si potrà lavorare contemporaneamente sugli stessi file salvati in cloud su Google Docs, anche a distanza, creando questa rete sociale che fa capo sempre e comunque al profilo principale dell’azienda in questione.
Ovviamente, tutti i partecipanti a queste speciali cerchie dovranno disporre di un profilo personale su Google+.
Nei prossimi giorni, a tal proposito, Google metterà a disposizione uno speciale tool che consentirà la migrazione di contatti e impostazioni dal profilo personale a quello aziendale: questa funzione è utile solo a chi preferirà interagire via Google Apps, piuttosto che via profilo personale.
Il sistema è tutt’altro che perfetto in questo momento, d’altronde si tratta di una prima versione che certamente vedrà cambiamenti nel corso delle prossime settimane.
A quanto pare, infatti, sono state già sollevate alcune obiezioni: l’amministratore di un profilo aziendale su Google+ può infatti cancellare post e condivisioni dei dipendenti e in alcuni casi – a quanto pare – sarebbe possibile accedere addirittura direttamente ai profili privati di chi è connesso a questa rete sociale-aziendale.
Tutto ciò, com’è facilmente comprensibile, mina la privacy dei partecipanti a questi gruppi di lavoro collegati tramite account aziendale su Google+.
Schermate esemplificative del servizio sono state messe a disposizione sulla pagina dedicata all’annuncio ufficiale, sull’Official Google Enterprise Blog.

Se vuoi rimanere aggiornato su Google+ per le aziende al via iscriviti alla nostra newsletter settimanale

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*