Google+, il social network di Google è arrivato

Google+ fa la sua comparsa in Italia, con tutte le novità che si porta dietro: il progetto social di Google vero e proprio si chiama Circles, attivabile su invito.

Google+, il nuovo social network di GoogleGoogle+, il nuovo social network di Google

Dopo aver annunciato il nuovo prodotto Google+1, da Mountain View arriva oggi un progetto social più articolato e definito: Google+ (vietato chiamarlo “Google più” perchè il nome corretto è “Google Plus”) si staglia all’orizzonte con uno strutturato competitor di Facebook, il re incontrastato della socialità online.
Google+, attivabile al momento solo tramite invito, permette agli iscritti di costituire dei gruppi chiamati “Circles“. Avevamo già parlato dei primi rumors che circolavano attorno al progetto Circles, oggi però inizia ad essere tutto più chiaro.
Ogni “cerchia” veicolerà condivisioni, aggiornamenti di stato e “Like” solo agli appartenenti del gruppo e non ad un esterno generalizzato.
Per quanto riguarda la condivisione di contenuti propri (come foto o filmati) Google+ consente di caricare il materiale multimediale sulla nuvola, il tutto in maniera automatica – se si desidera in maniera esplicita – soprattutto quando si tratta di device Android.
Inoltre, il proprio flusso di feed seguiti potrà agevolmente ritrovarsi sul proprio profilo, potendo quindi essere condiviso.
Per mostrare interesse per qualcosa, è stato istituito qualcosa di molto simile al “Mi piace” di Facebook: si chiama “Sparks” e assolve alla stessa funzione.
Per comunicare poi più facilmente con i propri contatti, Google mette in campo la funzione “Hangouts”: partecipandovi, si attiverà una videoconferenza multipla. Alla faccia persino di Skype, a questo punto!
Pur nella evidenti similitudini con i meccanismi di Facebook (d’altronde, cos’altro inventarsi al momento nel range della socialità 2.0?), sembra che la discriminante sulla quale Google voglia battere il tasto sia la privacy, tanto criticata in quanto risicata su Facebook (a patto di sistemare opportunamente le impostazioni personali), quanto al centro del concetto di “Circles” secondo Google.
Sulla carta, Google+ sembra un tentativo più corposo e compiuto di social network: impossibile non ricordare che Google ha alle spalle esperienze deludenti in fatto di SN. Sia Google Buzz che Google Wave non hanno saputo caratterizzarsi e quindi non hanno conquistato consensi.
Ce la farà, invece, Google+? Gli utenti di Google+ saranno dei “fuoriusciti” da Facebook oppure si tratterà di utenti nuovi di zecca? I due social potranno coesistere nelle abitudini di socialità online degli utilizzatori?
In attesa di capirlo, ecco un paio di video di presentazione del progetto Google+ e di Circles.

Video di presentazione di Google+

Se vuoi rimanere aggiornato su Google+, il social network di Google è arrivato iscriviti alla nostra newsletter settimanale

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*