Google cambia regole: nomi e foto usabili per la pubblicità

Google pescherà tra foto e nomi degli iscritti ai suoi servizi, per visualizzare questi dati a fini pubblicitari: è una delle nuove regole introdotte.

Google cambia i termini di servizio per l'uso dei prodottiGoogle cambia i termini di servizio per l'uso dei prodotti

Google ha comunicato che nelle prossime settimane verranno introdotte una serie di novità riguardanti le regole di utilizzo dei suoi servizi.
La pubblicazione ufficiale dei nuovi termini avverrà in data 11 novembre 2013 ma intanto, per sintetizzarne i contenuti, Google ha allestito un’apposita pagina in cui si spiega cosa sta per accadere.
Il punto che si andrà ad approfondire in questo articolo è nello specifico il primo, relativo a come il proprio nome e cognome e a come le proprie foto appariranno nei prodotti Google e soprattutto negli annunci pubblicitari.
Si fa presente, infatti, che i “+1” lasciati in rete – per gli iscritti a Google Plus – e le condivisioni effettuate relative a specifici prodotti potranno essere visualizzati accanto a pubblicità e annunci.
I contatti presenti nelle cerchie potrebbero effettuare una ricerca e ritrovarsi tra i risultati queste indicazioni, come viene spiegato: “Ciò accade solo quando l’utente svolge un’azione (fa +1, aggiunge un commento o segue qualcuno) e le uniche persone che vedono tutto questo sono quelle con cui l’utente ha scelto di condividere tali contenuti“.

Lo staff di Google fa presente che è possibile monitorare come queste informazioni vengono condivise tramite la pagina relativa all’impostazione Conferme condivise.
Da qui si potrà disattivare la possibilità di comparire ad esempio negli annunci pubblicitari, tuttavia è bene sapere che l’indicazione di nome e di foto rimarrà pubblica per quanto riguarda i commenti lasciati su Google Play.
Il discorso cambia del tutto nel caso di utenti di età inferiore ai 18 anni: in questo caso le suddette informazioni non compariranno affatto in alcun annuncio, a prescindere dalle proprie impostazioni.

Se vuoi rimanere aggiornato su Google cambia regole: nomi e foto usabili per la pubblicità iscriviti alla nostra newsletter settimanale

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*