Faceskin, nuovo social network di Claudio Cecchetto

Faceskin è un nuovo social network tutto made in Italy: lo ha lanciato Claudio Cecchetto che, tra i primi iscritti, ha coinvolto Linus, Fiorello e Jovanotti.

Faceskin, la homepage attualeFaceskin, la homepage attuale

Si chiama Faceskin ed è un nuovo social network nato in Italia che sta già vedendo nomi noti approndare sulle sue pagine: da Fiorello a Max Pezzali, fino a Jovanotti e Linus di Radio Deejay, Faceskin si sta popolando anzitutto di volti noti.
Cos’ha di tanto particolare questo social network per attrarre soprattutto i vip? Sicuramente il primo dei motivi di questo “fenomeno migratorio” – pensiamo a Fiorello che da Twitter si è spostato su Faceskin – è che a capo del progetto di nascita di questa nuova piattaforma sociale c’è Claudio Cecchetto.
Più che un social per la connessione tra persone, Faceskin ha come obiettivo la ricerca sociale ma umana: stando a quanto dichiarato dallo stesso Cecchetto, Faceskin nasce per aiutare gli iscritti a cercare in rete più facilmente e più velocemente le informazioni, grazie alla possibilità di pescare tra le condivisioni espresse da noi stessi e dagli altri iscritti.
Ciò può avvenire grazie al fatto che Faceskin consente di indicare una lista di siti preferiti: questo elenco andrà a popolare una lista globale, formata da tutte le preferenze degli iscritti.
Sulla base di ciò, ogni ricerca effettuata potrà essere salvata e catalogata per argomento, in modo da poter essere ripescata in futuro con più facilità, a vantaggio di tutta la community.
Se la base di Faceskin sembrano proprio essere le weblist, ci si chiede se queste non possano diventare in fretta anche il limite stesso del social network: come assicurare interazione tra persone quando l’elemento cardine del maccanismo è solo e semplicemente un link?

Inoltre, in presenza di un prodotto del genere, è lecito pensare che i frequentatori del web possano scegliere di ricercare informazioni in questo modo, senza ricorrere come prima istanza a Google?
Google ha segnato la storia del web in questo senso e c’è da considerare il fatto che un altro grande social network si sta lanciando nel campo della ricerca sociale: Facebook sta infatti sviluppando un progetto in tal senso.
Sicuramente si parte da assunti completamente diversi: se Google lavora sugli algoritmi e Facebook su un misto di algoritmi e condivisioni, Faceskin sposta il punto sull’essere umano.
Servirebbe un approccio del tutto nuovo al web per imporsi sullo scenario social e, oggi come oggi, l’utente medio non sembra (ancora?) andare in questa direzione. Di fatto e per il momento Faceskin è un buon social network ma forse eccessivamente di nicchia.
Tuttavia è presto per trarre conclusioni: l’avventura di Faceskin è appena partita.

Se vuoi rimanere aggiornato su Faceskin, nuovo social network di Claudio Cecchetto iscriviti alla nostra newsletter settimanale

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*