Facebook Messenger Rooms, videochiamate di gruppo: come funziona

Messenger Rooms di Facebook, un servizio di videochiamate di gruppo che consente di trascorrere del tempo di qualità con amici, familiari e persone con cui si condividono interessi. Le Stanze non hanno limiti di tempo e presto potranno ospitare fino a 50 persone. Ecco come funziona.

Messenger Room MobileMessenger Room Mobile

Facebook Messenger Rooms è un servizio di videochiamate di gruppo che consente di trascorrere del tempo di qualità con amici, familiari e persone con cui si condividono interessi.

Trascorrere del tempo assieme dovrebbe essere qualcosa di spontaneo, non una forzatura. Per aiutare le persone a sentirsi unite, anche quando sono – o devono essere – fisicamente separate, Facebook annuncia oggi nuove funzionalità che rendono le videochiamate e i video live più semplici e funzionali.

Come funziona Messenger Rooms

È possibile creare una Stanza virtuale direttamente da Messenger o Facebook e invitare chiunque a unirsi, anche chi non ha un account Facebook. Le Stanze non hanno limiti di tempo e presto potranno ospitare fino a 50 persone, un po’ quello che già accade su Zoom.

Messenger Room Desktop
Messenger Room Desktop

Messenger Rooms Gruppi

Per celebrare un evento, organizzare un gruppo di lettura o semplicemente per chiacchierare con degli amici, non occorrerà più chiamare prima o fissare un appuntamento in calendario, sarà sufficiente aprire una Stanza su Facebook e condividerla attraverso la propria bacheca, i Gruppi o gli Eventi, per permettere alle persone di farci un salto. Presto sarà possibile aprire una Stanza anche da Instagram Direct, WhatsApp e Portal.

Messenger Rooms nei Gruppi
Messenger Rooms nei Gruppi

Messenger Rooms Stanze

Se amici o membri di una community aprono delle Stanze dandoti accesso, potrai vederle su Facebook e unirti a loro. Quando si è invitati in una Stanza, è possibile accedere sia dal proprio smartphone sia dal computer, senza dover scaricare nulla.   

Messenger Rooms sulla bacheca Facebook
Messenger Rooms sulla bacheca Facebook

Sfondi e filtri con luci d’atmosfera realizzati con l’Intelligenza Artificiale 

Oltre agli effetti di realtà aumentata disponibili dall’app di Messenger, come le orecchie da coniglio e gli alieni, Facebook sta introducendo nuovi effetti AI per aggiornare le chat video di Messenger da cellulare, come sfondi a 360 gradi e immersivi che ti trasporteranno in luoghi iconici, dalla spiaggia ad un lussuoso appartamento sull’acqua. Ci sono 14 nuovi filtri che offrono un’illuminazione ambientale per il vostro spazio o per illuminare il vostro viso. Stiamo anche aggiungendo nuovi effetti di Realtà Aumentata, per festeggiare compleanni o fare un campeggio virtuale con amici rimanendo in casa.

Messenger Rooms è disponibile in test in Italia e verrà esteso nel resto del mondo nelle prossime settimane. Nei prossimi mesi, inoltre, aggiungeremo nuove funzionalità.       

Messenger Rooms Privacy e Sicurezza 

Messenger Rooms è progettato tenendo privacy e sicurezza in cima alle priorità: Facebook non vede o ascolta le vostre chiamate. La persona che crea la Stanza può scegliere chi può vederla e chi può partecipare, deve essere presente per avviare la conversazione e può rimuovere gli ospiti in qualsiasi momento. È possibile segnalare una Stanza o inviare un feedback se si ritiene che abbia violato gli standard della comunità di Facebook. Dato che Facebook non visualizza o ascolta le chiamate, le segnalazioni non includeranno l’audio o il video della Stanza.

Messenger Rooms è un modo nuovo per trascorrere del tempo con amici e familiari tramite videochiamate di gruppo quando non è possibile incontrarsi di persona. Facebook ha progettato Rooms con grande attenzione alla privacy e al controllo della propria esperienza.

Quali sono i controlli e le opzioni disponibili su Messenger Rooms?

È possibile aprire una Stanza da Messenger o Facebook e, molto presto, si potrà farlo anche da Instagram, WhatsApp e Portal. Chi crea la stanza controlla anche chi può partecipare, chi può entrare, come trovarla e se attivare o meno il link di accesso. Le impostazioni predefinite per la privacy sono state ideate per essere coerenti con ciò che ci si aspetta quando si crea una Stanza, come quando si posta qualcosa su un Gruppo rispetto a quando si chatta in privato su Messenger. Ecco gli strumenti:

  • Locking: le Stanze possono essere chiuse o aperte quando inizia la call. Se una stanza è chiusa, nessuno può accedere, fatta eccezione per l’amministratore di un Gruppo se le stanze sono create tramite Gruppo.
  • Rimozione di un partecipante: chi crea una Stanza può rimuovere eventuali partecipanti indesiderati. Se lo fa o se lascia la call, la stanza si chiude automaticamente e solo questa persona potrà riaprire la call in modo che altri possano collegarsi.
  • Abbandonare: se in qualsiasi momento non ci sente al sicuro all’interno di una Stanza, la si può abbandonare. Il fatto che la Stanza sia chiusa non obbliga nessuno a rimanere.
  • Reporting: È possibile segnalare una Stanza o qualcuno che si ritiene violi gli Standard della comunità di Facebook. È importante sapere che la segnalazione non include audio o video della stanza.
  • Bloccare: è possibile bloccare qualcuno che non ci piace sia su Facebook sia su Messenger senza che ne sia informato. Quando questa persona accede a Facebook, non potrà entrare in una Stanza creata da te e tu non potrai fare lo stesso per una stanza creata da lui/lei.

Chi può vedere le mie informazioni e attività su Messenger Rooms? 

Sia che usi Rooms dal tuo account Facebook o partecipi come ospite, Facebook non vedrà nè ascolterà le tue conversazioni. Quando ti unisci a una stanza come ospite senza essere loggato a Facebook, ti verrà chiesto solo il nome, che verrà mostrato per permettere al proprietario della Stanza e ai suoi ospiti di identificarti. Come altri siti web, Facebook riceve dati di logging quali la tipologia del dispositivo con cui ti colleghi o l’indirizzo IP e li usa essenzialmente per garantire la migliore esperienza d’uso di Rooms e mantenere l’ambiente sicuro.

Quando invece ti colleghi a una Stanza attraverso Facebook o Messenger, i partecipanti che non sono tuoi amici su Facebook potranno vedere e sentire ciò che dici o condividi nella Stanza, ma non avranno accesso ad altre informazioni su di te da Facebook. Potranno vedere solo il tuo nome e le informazioni pubbliche del tuo profilo Facebook, come la foto profilo o i post che reso pubblici.

Facebook lavora con terze parti per attività come la revisione e la gestione delle problematiche segnalate dagli utenti e potrebbe condividere alcune informazioni con questi soggetti, come il nome di una Stanza e chi vi sta partecipando, perchè possano svolgere questi compiti. Facebook chiede a questi partner di aderire a obblighi stringenti in materia di confidenzialità dei dati e sicurezza.

Inoltre, è stato coinvolto il team di sicurezza di Facebook per rendere i link di Rooms difficili da individuare da parte di hacker. I link alle Stanze mostrano una stringa di caratteri e cifre casuali, con numeri e lettere. Questo rende difficile agli hacker indovinare l’esatta combinazione di caratteri e ogni volta che si crea una Stanza viene generato un nuovo link.

Che impatto ha Messenger Rooms sulla raccolta di dati e la pubblicità? 

Facebook raccoglie informazioni da Rooms sia che ci si colleghi attraverso una delle sue App, sia che l’accesso avvenga senza loggarti al tuo account Facebook. Queste informazioni sono raccolte principalmente per poter fornire il servizio e migliorare l’esperienza d’uso. Così come per le altre funzioni di Messenger, Facebook non vede e non ascolta le conversazioni che avvengono all’interno di Rooms. Questo significa quindi che né audio né video vengono usati per servire annunci pubblicitari. Se non hai un account Facebook, non vedrai annunci pubblicitari sulle nostre piattaforme, mentre potremmo usare i dati raccolti per fornire annunci mirati sulle nostre piattaforme alle persone che hanno un account.

Rooms si basa su Messenger e quindi usa la stessa tecnologia per crittografare una conversazione video e audio mentre transita dai dispositivi delle persone ai server di Facebook, collocati in Paesi che hanno leggi rigide in materia. Rooms non utilizza la crittografia end-to-end. Ci sono dei limiti tecnici nell’impiego della crittografia end-to-end per video call con più di 50 partecipanti ma, visto che stiamo lavorando per introdurre la crittografia end-to-end su Messenger, esploreremo questa possibilità anche per Messenger Rooms.  

(Visite 196 totali, 1 Visite oggi)
Messenger Rooms Privacy InfograficaMessenger Rooms Privacy Infografica

Se vuoi rimanere aggiornato su Facebook Messenger Rooms, videochiamate di gruppo: come funziona iscriviti alla nostra newsletter settimanale

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*