Facebook: in arrivo l'assistente virtuale per evitare figuracce

Su Facebook sarebbe presto in arrivo un assistente virtuale utile agli iscritti per evitare brutte figure.

Facebook lavora ad un assistente virtualeFacebook lavora ad un assistente virtuale

Lo staff di Facebook è sempre al lavoro per offrire nuove funzionalità ai propri iscritti e in tal senso trapela oggi una novità interessante che potrebbe fare la sua comparsa nei prossimi mesi.
Si apprende infatti che un compartimento del social network sarebbe al lavoro per dare vita ad un assistente virtuale che potrà andare in soccorso degli utenti.
Il “Facebook AI Research Lab” – questo il nome di tale specifica divisione – sta infatti mettendo a punto un software che, andando ad analizzare immagini e testi, riuscirà a “capire” l’argomento in vista di pubblicazione.
In tal modo l’assistente virtuale di Facebook potrà avvertire l’utilizzatore del social network, nel caso la foto da caricare o la frase da condividere dovesse essere reputata come “sconveniente”.
L’obiettivo è dunque quello di far riflettere le persone sul modo di condividere le proprie esperienze, in maniera tale da soppesare se è giusto farlo o meno. Tutto ciò è stato studiato per far sì che gli utenti non debbano pentirsi – in futuro – di quanto pubblicato.

Il progetto è stato illustrato per grandi linee da Yann LeCun, un ricercatore della New York University che è appunto a capo del progetto in seno al Facebook AI Research Lab. I tempi però non sono ancora maturi per poter affermare con certezza in quale periodo l’assistente virtuale potrà effettivamnete entrare in funzione.
Di sicuro il progetto è molto interessante e le aspettative sono decisamente alte; tuttavia c’è da valutare la percezione che scaturirà negli iscritti al cospetto di una novità di questo genere.
L’assistente virtuale sarà percepito come un “angelo custode” saggio o piuttosto come un censore o per meglio dire come una sorta di moralizzatore?

Se vuoi rimanere aggiornato su Facebook: in arrivo l'assistente virtuale per evitare figuracce iscriviti alla nostra newsletter settimanale

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*