Facebook: finti "Mi piace" al bando, nuovo algoritmo li stana

La pratica scorretta dell’acquisizione di finti “Mi piace” su Facebook forse è al capolinea: presto in azione un algoritmo. Quali saranno gli effetti per gli amministratori delle pagine?

Facebook: al bando i falsi "Mi piace"Facebook: al bando i falsi "Mi piace"

Probabilmente il “Mi piace” su Facebook è diventata negli ultimi anni la funzione più nota, riconoscibile e quasi istintiva nel mondo dei social network.
Proprio per questo motivo già da tempo è cresciuta sempre più la pratica scorretta del “Mi piace” fraudolento: esistono infatti meccanismi e stringhe di codice che, inserite all’interno di specifiche pagine web, sono in grado di restituire un “Mi piace” a determinate pagine su Facebook, a patto che il navigatore abbia già effettuato il login sul social network in blu.
Un “Like” estorto di cui molto spesso non ci si accorge neppure, poichè del tutto involontario.
La finalità è chiara: a mettere in campo questi espedienti sono i soggetti interessati a far rapidamente aumentare il numero di contatti di determinate pagine; potrebbe trattarsi anche di soggetti che allestistono campagne basate su renumerazioni in base al numero dei “Mi piace” ottenuti.
Dal quartier generale di Facebook, per evitare il propagarsi di questo fenomeno, si è deciso di mettere a punto delle soluzioni: è in arrivo un algoritmo che riconosce i finti “Mi piace” e li annulla automaticamente.

Allo stesso tempo si potrà anche andare a colpire i profili falsi attivi al solo scopo di far numero su determinate pagine.
Per quanto il fenomeno sia in crescita, non sembra però essere ancora così tanto “prepotente” nei meccanismi del social network in blu: non a caso, da Facebook si dichiara che si stima che ogni pagina – mediamente – vedrà decurtato solo l’1% di utenti. Un numero apparentemente ancora piuttosto contenuto, tutto sommato.
Un malcostume da sopprimere sul nascere, dunque, anche perchè – come spiegano da Facebook – un “like” che arriva da qualcuno che in realtà non è davvero interessato a quella pagina non è vantaggio nè per l’utente, nè per gli amministratori della pagina stessa.

Se vuoi rimanere aggiornato su Facebook: finti "Mi piace" al bando, nuovo algoritmo li stana iscriviti alla nostra newsletter settimanale

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*