Facebook at Work, il social vuol diventare professionale

Facebook punta ad un nuovo target con il progetto Facebook at Work, allo studio per i professionisti e le aziende.

Facebook at Work allo studioFacebook at Work allo studio

Oltre a connettere le persone nela loro quotidianità e informalità, Facebook a quanto pare starebbe puntando anche ad un altro aspetto della vita di ciascuno di noi.
Pare infatti che lo staff sia al lavoro su “Facebook at Work”, progetto che mirerebbe a far diventare il colosso dei social network un nuovo punto di riferimento per il mondo dei contatti lavorativi.
L’anticipazione è arrivata dalle colonne del Financial Times: si parla dunque di una versione di Facebook specifica per aziende, per gruppi di lavoro e per realtà comunque appartenenti a profili “business”.
Con Facebook at Work non si andrebbero solo a stabilire collegamenti lavorativi, a inserire curriculum e a pubblicizzare figure aziendali e competenze.
Su questa nuova piattaforma, infatti, si potrà lavorare direttamente, condividendo documenti e quindi diventando vero e proprio strumento di lavoro.
In tal senso Facebook at Work potrebbe diventare un social network assolutamente accettato dalle aziende, potendo infatti lavorarci ma riuscendo comunque a mantenere separato il piano amicale “coltivato” sulla piattaforma Facebook attuale, quella che siamo abituati ad utilizzare.
Dal quartier generale del social network blu tutto tace: non arrivano conferme nè smentite, dunque è difficile riuscire a capire se effettivamente un ampliamento in campo business è realmente interesse dei vertici Facebook.

Di certo – se la piattaforma dovesse effettivamente prendere corpo – si tratterebbe di un competitor forte rispetto ad altre realtà, poichè andrebbe a prendere tratti salienti di altri social, mixandoli in un unico prodotto.
Date le caratteristiche anticipate dalle colonne del Financial Times, infatti, Facebook at Work somiglierebbe indubbiamente a LinkedIn ma in più avrebbe al suo interno le funzionalità di Google Drive e di Microsoft Office.
Decisamente un prodotto più completo ma c’è da valutare se le aziende potranno servirsene senza rischiare di perdere in privacy, da sempre aspetto sul quale gli occhi della platea sono sempre stati puntati, quando si parla di Facebook.

Se vuoi rimanere aggiornato su Facebook at Work, il social vuol diventare professionale iscriviti alla nostra newsletter settimanale

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*