Facebook: addio al Mi piace? Arriva "Simpatizza" o "Solidarizza"

Secondo indiscrezioni, presto Facebook approverà la funzione “Simpatizza” o “Solidarizza“, integrando o soppiantando in parte il “Mi Piace“.

FacebookFacebook

Segno distintivo di Facebook è stato sin dal suo esordio il tasto “Mi piace“: il pollice in sù ha spopolato, diventando un vero e proprio marchio di fabbrica, oltre che modo di dire anche nella vita quotidiana e reale.
Stando a recentissime indiscrezioni raccolte dall’Huffington Post e dal Telegraph, qualcosa starebbe per soppiantare il “Mi piace“: si apprende infatti da uno sviluppatore anonimo interno allo staff di Facebook che presto potrebbe comparire il tasto “Simpatizza” o “Solidarizza“.
Il “Mi piace”, infatti, non sempre riesce ad esprimere realmente l’intenzione dell’iscritto al social network. Talvolta, per esprimere vicinanza a qualcuno, il “Mi piace” può essere inutile o male interpretato.
In situazioni del genere l’ipotetico tasto “Solidarizza” andrebbe invece ad essere più pertinente e “azzeccato” alla circostanza.
Non è chiaro se effettivamente questa nuova funzione sarà introdotta a breve ma piuttosto è possibile denotare che ancora una volta appare sempre più remota l’introduzione di un tasto “Non mi piace”.

Non è ancora chiaro se si tratterà di un’integrazione o se invece solo in alcuni casi si verificherà la sostituzione con il tasto “Mi piace“: dati gli sviluppi in favore della semantica degli ultimi mesi in casa Facebook, secondo alcuni rumors il sistema potrebbe evolversi verso la “comprensione” del tono dell’aggiornamento di stato postato, così da adeguare la possibilità di esprimere cordoglio e solidarietà o piuttosto di poter dare il proprio parere favorevole con il classico “Mi piace“.
Non è ancora chiaro se la presunta novità entrerà prossimamente nella fase di test o se il meccanismo è già abbastanza oliato da poter essere introdotto a breve.

Se vuoi rimanere aggiornato su Facebook: addio al Mi piace? Arriva "Simpatizza" o "Solidarizza" iscriviti alla nostra newsletter settimanale

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.