Windows 10: truffa via mail "farcita" di pericoloso ransonware

Una vasta operazione di scam via mail rischia di mettere a segno una grande truffa per chi cerca il modo per scaricare Windows 10.

CTB Locker via mail per Windows 10CTB Locker via mail per Windows 10

Il debutto di Windows 10 a livello mondiale sembra aver generato grande attesa e curiosità. Non a caso il volume di download del nuovo sistema operativo di Microsoft sembra continuare a crescere a ritmi elevati.
Complice proprio il fatto che in questi giorni si sta effettivamente parlando molto di Windows 10, il mondo del cybercrimine non è stato con le mani in mano e ha sfruttando la tendenza positiva per mettere a segno una serie di nuovi colpi.
Si sta infatti diffondendo con grande velocità una truffa, in circolazione per via di false mail.
Vero e proprio scam che, proponendo il download di Windows 10, in modo del tutto gratuito.
A lanciare l’allarme è il team di tecnoci di Cisco che, dopo aver ricevuto ed analizzato la mail, ha divulgato le informazioni utili per non cascare nella truffa.
La mail incriminata vede come mittente l’indirizzo “update@microsoft.com” e come oggetto “Windows 10 Free Upgrade”.
All’interno del testo viene spiegato che è la Microsoft a scrivere e che tramite la mail si potrà procedere a scaricare una versione gratuita di Windows 10.
In allegato c’è dunque un file il cui nome è “Win10Intaller.zip”: nella realtà si tratta però di un ransomware di tipo CTB-Locker che, una volta lanciato, va a “sequestrare” determinati file nel pc del malcapitato, per poi richiederne il riscatto.
Sullo schermo comparirà infatti un avviso – visibile nella foto a corredo di questo articolo – nel quale si verrà informati che per poter tornare ad avere libero accesso ai propri documenti, occorrerà pagare una certa somma in Bitcoin.
Per potersi riappropriare del contenuto del pc si avranno solo 96 ore di tempo per pagare questo che si configura come un vero e proprio riscatto.
I laboratori Cisco hanno stabilito che la mail è stata elaborata e spedita da un indirizzo IP ospitato in Thailandia.

Cosa fare, dunque, nel caso di ricezione di questa mail?
Quel che si consiglia è anzitutto – e senza indugio – di cancellare eventuali mail con i suddetti elementi appena illustrati.
Inoltre va sempre tenuto presente che Microsoft non offre nessun aggiornamento tramite mail, dunque è del tutto impossibile che campagne di questo genere possano essere vere.
La mail fraudolente probabilmente sta mietendo molte vittime poichè da Redmond si è deciso di “scaglionare” gli aggiornamenti, creando delle liste d’attesa che procedono man mano che il prodotto viene scaricato da chi ha effettuato la prenotazione del download.
Dunque occorrerà avere soltanto un po’ di pazienza per poter aver accesso in maniera legale ma sopratutto del tutto sicura alla propria copia di Windows 10.

Se vuoi rimanere aggiornato su Windows 10: truffa via mail "farcita" di pericoloso ransonware iscriviti alla nostra newsletter settimanale

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.