Sicurezza Internet, tutelatevi in questo modo

Se ne parla molto, se ne sa poco, si vorrebbe essere più informati. Ci riferiamo all’argomento sulla sicurezza della Rete che tocca da vicino il mondo delle chat. E non solo.

Se ne parla molto, se ne sa poco, si vorrebbe essere più informati. Ci riferiamo all’argomento sulla sicurezza della Rete che tocca da vicino il mondo delle chat. E non solo.

La vulnerabilità di Internet ci ha abituato a non meravigliarsi più degli attacchi che, con cadenza giornaliera, gli hacker ma soprattutto i cracker (i noti pirati dell’informatica, coloro che danneggiano lì dove fanno delle incursioni) sono soliti fare a server più o meno importanti. Anche i computer casalinghi però, quelli che usiamo solo per diletto, sono esposti in modo incontrollato agli attacchi esterni.

Cosa fare? Quali precauzioni adottare? Una soluzione su “due piedi” è impossibile da prendere. Tanto è vero che è impossibile trovare una soluzione uguale per tutti gli utenti e per tutti computer. Ma alcuni semplici accorgimenti possono costituire una prima forma, senza pretese, di sicurezza.

Attenzione ai file

Abbiamo più volte evidenziato l’attenzione da prestare qualora si sta ricevendo un file e, lo ribadiamo anche in questo spazio. Accettate solo i file provenienti da persone conosciute. E’ buona norma, quando si spedisce un file, annunciare il contenuto del file. A volte, come è già accaduto per alcuni virus, possono arrivare file infetti anche da persone di estrema fiducia. Cercate di ricordare questa regola mentre chattate, sia che vi troviate in ICQ o in mIRC, in Trillian o in MSN Messenger. Chi non ricorda il virus “I Love you” che attaccava l’intera rubrica dell’ignara vittima e si rispediva a questi utenti? Chi non ricorda tutti i virus degli ultimi mesi con tante analogie con il citato “I Love you”? In questo caso il file allegato arrivava proprio da una persona conosciuta e nessuno pensava mai di poter essere attaccati da virus inviato proprio da conoscenti. Eppure, l’inventore di questo “amorevole” virus aveva pensato, evidentemente, di colpire proprio in questo modo giocando sul “lascia passare” della guardia amica (in questo caso dell’amico ignaro).

Attenzione agli allegati

Se “I love you” ha trovato una “porta aperta” in questo modo,  è bene chiudere la porta fino a quando si è a tempo. I virus, nella maggior parte dei casi, arrivano nella posta elettronica sotto forma di insospettabili allegati. Ricordate sempre di dare un’occhiata alla tipologia di allegato, escludendo fin da subito, se il vostro mittente è uno sconosciuto, i file che hanno una estensione eseguibile come i .exe, .com e .bat oppure quelli in .vbs che sono dei piccoli programmi realizzati in Visual Basic. “Fatta la legge trovato l’inganno”. Ma i pirati della rete sanno bene che la gente, almeno quella più attenta, è informata sull’estensioni “pericolose” dei file. E, per questo, celano le estensioni con quelle non ritenute offensive come, ad esempio, le estensioni dei file di testo: .txt e .doc.

In questo caso esiste un’altra soluzione. Controllare se un file è più o meno pesante. Un file di testo, infatti, pesa pocchissimi KB mentre un file .exe (soprattutto se è autoscompattabile) oppure un file di Visual Basic, certamente non hanno dimensioni ridotte.

Disabilitare i cookie

Diversi siti della Rete lasciano tracce vistose al vostro passaggio. Inseriscono, sul vostro computer, i cookie. Questi sono degli elementi che memorizzano alcuni vostri dati o movimenti che possono essere rintracciati da persone esterne.

Per evitare “rogne”, potete disabilitare la funzione di accettazione dei cookie dalla proprietà del vostro browser. Ci sono dei programmi che funzionano solo se il vostro browser accetta questi noti “biscotti”. Giudicate voi. Se il sito è di vitale importanza per voi, evitate di disabilitare i cookie. Ricordando, però, che la sicurezza, in questo caso, non è dalla vostra parte.

Non salvate la password

Girovagando nella Rete o semplicemente dalla finestra di connessione, vi viene richiesto di salvare la password. Se siete dei cultori della sicurezza, non lo fate. Evitate, così, che qualcuno possa catturarla per poi riutilizzarla. Potreste avere una brutta sorpresa nel notare che non vi è più possibile usare la connessione perché la password è già in uso. E questo è il meno.

Fate dei backup periodici

Per non incorrere in problemi seri, come la perdita dei dati per cause esterne (virus, hacker, etc.), cercate di effettuare periodicamente un backup dei vostri dati e di configurazione del vostro sistema.

Evitate di accettare Script

Anche nelle chat il popolo delle matricole è soggetto ad attacchi da parte di alcuni “esperti”. Spesso questi inviano dei file con estensione .ini ai novelli delle chat. Questi script si possono riprodurre e autoinviarsi oppure eseguire dei comandi sul computer “destinatario” senza che l’operatore l’abbia mai richiesti. Il consiglio, dunque, è di non accettare nulla per evitare guai.

Frequentate solo i Canali conosciuti

Per evitare di fare degli sgraditi incontri, cercate di frequentare solo Canali conosciuti se siete degli utenti di IRC o mIRC. In questi luoghi, infatti, si celano delle persone poco consigliabili che prendono il nome di Lamers. Di solito, questi ultimi, sfruttano l’inesperienza del nuovo entrato e, con parole dolci, inviano materiale  indesiderato, come i virus.

attenzione ai Nuke e ai Trojan

I nuke sono dei pacchetti di dati capaci di mandare in tilt il sistema. In pratica i nuke, la cui azione si chiama nukkare, sfrutta un bug di Windows che lascia aperta la porta 139 del NetBios.

Si può essere nukkati se utilizzatori di ICQ e mIRC. Per difendersi da questi attacchi bisogna ricorrere a delle patch.

Attenzione ai virus trojan, piccoli programmi che non lasciano traccia ma che, dopo essere entrati nel vostro computer celati da altri programmi, preparano la strada  ai trojano che manovrano il vostro computer dall’esterno. Per difendersi da questi attacchi ci sono degli ottimi antivirus in commercio. 

Installate un antivirus

Per evitare i problemi sopra elencati e buona cura installare un antivirus sul vostro computer e fare dei controlli periodici ravvicinati nel tempo. Ricordate, inoltre, di aggiornare l’antivirus. L’update spesso è possibile con l’ausilio di Internet.

FIREWALL

Fra i sistemi di sicurezza più consigliati e più diffusi si inserisce a pieno titolo il Firewall vale a dire una sorta di guardiano che controlla le porte d’accesso del sistema. Il firewall agisce registrando eventi sospetti e controlla la porta della rete collegata a quella del computer e bloccandone l’ingresso. Esistono firewall software e firewall hardware. Questi ultimi presuppongono l’intervento di un esperto per la complessità delle funzioni e richiedono una buona conoscenza tecnica dell’hardware.

Firewall software

In commercio esistono diversi software capaci di bloccare l’ingresso di utenti non desiderati sul vostro computer. Alcuni di questi software sono completamente gratuiti (freeware) altri, invece, possono essere acquistati a prezzi molto contenuti. Fra quelli più noti sono immancabili i firewall software, prodotti dalle software house più note nel campo degli antivirus.

Ci riferiamo a Symantec (http://www.symantec.com) con Norton e  a  Mcafee (http://www.mcafee.com) con Mcafee Personal Firewall. La sezione freeware offre alcuni prodotti importanti come Zonealarm (http://www.zonealarm.com), un prodotto dal facile utilizzo per gli utenti di Windows. All’interno del sito di Zonealarm si trova il settore del download dove potete prelevare il programma per installarlo sul vostro computer. Sicuramente il programma non risolverà tutti i problemi legati alla sicurezza ma rappresenterà uno dei tanti tasselli utili per la tutela del vostro computer e, soprattutto, dalla vostra privacy e dai vostri preziosi dati.

Se vuoi rimanere aggiornato su Sicurezza Internet, tutelatevi in questo modo iscriviti alla nostra newsletter settimanale

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.