ProtonMail, gratis l'email anti spia creata dal CERN

ProtonMail è la casella di posta elettronica attualmente più sicura in assoluto. Come funziona? Come si attiva? Qui tutte le informazioni.

ProtonMailProtonMail

Si chiama ProtonMail ed è un nuovo servizio di posta elettronica creato dal CERN di Ginevra.
Nulla di nuovo, sembrerebbe; invece ha una peculiarità ben definita: è a prova di spionaggio.
ProtonMail allo stato attuale è quasi del tutto inattacabile e soprattutto, dopo una fase di “gestazione” durata circa otto mesi, è approdata alla versione beta.
ProtonMail è basata sulla tecnologia di crittografia end-to-end e in tal modo protegge le conversazioni.
E’ sicura, è a prova di spioni e dei controlli persino da parte delle autorità; non bastasse ciò, il servizio messo a punto dal CERN sarà presto reso disponibile per tutti, per pochi dollari, sebbene si parli anche di una versione del tutto gratuita.
L’idea è venuta a Andy Yen, Jason Stockman, Wei Sun e Tingtao Zhou – questi i nomi dei quattro giovani ricercatori tutti under 30 che hanno messo a punto questo sistema – che, all’indomani dello scandalo relativo ai “controlli” effettuati dallo staff NSA, hanno puntato sul fornire una casella di posta elettronica tramite la quale veicolare messaggi che possono essere letti soltanto da mittente e destinatario.
Neppure chi è a capo del progetto potrà decifrare il contenuto delle caselle di posta ProtonMail. Perciò, anche nel caso di eventuali specifiche richieste da parte dei governi, i gestori del servizio non dovrebbero fornire nè chiavi di accesso (poichè non conosciute) nè backdoor poichè procedura non prevista in Svizzera.
Non a caso si è scelto di utilizzare server residenti su territorio elvetico, in da poter evitare potenziali pressioni esterne.
ProtonMail dal punto di vista grafico non può essere definita accattivante, dal momento che la piattaforma lato utente si presente assolutamente scarna, minimal, senza fronzoli.
Entro la fine dell’estate le caselle di posta a prova di spia verranno rese disponibili per chiunque e – stando alle prime informazioni circolate – ci si potrà orientare tra una versione gratuita e una pagamento.
La prima sarà perfetta per chi non ha particolari esigenze di archiviazione per file, documenti, foto e materiale multimediale da inviare o da ricevere.
La seconda – il cui prezzo dovrebbe attestarsi intorno ai 5 dollari – prevede anche la disponibilità di storage ulteriore.

Sarà questa l’unica fonte di guadagno e di mantenimento della piattaforma, considerando che non potrà essere in alcun modo venduto e mostrato alcuno spazio pubblicitario.
ProtonMail dovrebbe essere il sistema di posta elettronica più sicuro a disposizione in questo momento, tuttavia è bene sottolineare che non è del tutto inattaccabile.
Violarlo è possibile ma i ricercatori del CERN hanno studiato meccanismi per i quali un attacco informatico diventerebbe troppo dispendioso, in termini di tempi e anche in termini economici.
Come riportato da Repubblica.it, infatti, il team ha fatto sapere che “in teoria non esiste alcun sistema di sicurezza perfetto ma il nostro obiettivo è rendere la sorveglianza digitale di massa talmente costosa e difficile da farla diventare praticamente impossibile“.
E’ già possibile creare un account beta su ProtonMail, in attesa della versione definitiva dei prossimi mesi.

Se vuoi rimanere aggiornato su ProtonMail, gratis l'email anti spia creata dal CERN iscriviti alla nostra newsletter settimanale

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*