LinkedIn: password rubate, 6 milioni di furti confermati

La notizia del furto di password su LinkedIn è stata confermata dall’azienda stessa: 6 milioni gli account violati. Ecco i consigli su come agire ora, evitando di cadere vittima del phishing.

LinkedIn: password rubateLinkedIn: password rubate

Un altro grande network viene colpito nel comparto sicurezza: LinkedIn ammette che sono state rubate circa 6 milioni di password.
La notizia attendeva solo l’ufficialità da parte dell’azienda, dal momento che qualche giorno fa su di un forum russo sono spuntate tutte le password rubate, caricate online da un anonimo hacker.
In realtà nel momento in cui sono state inserite nel forum, le password non sono state immediatamente disponibili poichè criptate, secondo il sistema di sicurezza in uso sui server LinkedIn: in effetti il cyber criminale ha usato il forum proprio al fine di richiedere una mano nel craccare il pacchetto trafugato.
Non si sa se l’operazione è poi riuscita ma è lecito pensare che prima o poi la lista di password rubate da LinkedIn sarà del tutto disponibile “in chiaro”.
In casi come questi, l’unica cosa saggia da fare è cambiare la propria password, andando a modificare anche il codice di accesso ad altri siti, se si usa la stessa combinazione anche altrove.

Tuttavia c’è da segnalare che in queste ore, complice la notizia confermata del furto di password, molti utenti stanno ricevendo mail phishing apparentemente inviate dallo staff di LinkedIn, nelle quali si invita appunto a cambiare la propria password ma dirottando poi gli ignari navigatori verso link dal contenuto malevolo.
La stessa azienda LinkedIn segnala il pericolo, facendo notare che nelle comunicazioni ufficiali non è contenuto alcun link ma solo la procedura passo passo per il cambio password.
L’eventuale mail ufficiale da parte di LinkedIn arriverà solo agli utenti il cui profilo è stato realemnte oggetto di furto di password, dunque non a tutti.
L’intento è permette il cambio di codice di accesso poichè la precedenti password oggetto di attacco – quindi solo quelle ormai trafugate – saranno tutte indistintamente resettate.

Se vuoi rimanere aggiornato su LinkedIn: password rubate, 6 milioni di furti confermati iscriviti alla nostra newsletter settimanale

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*