Intervista a Ottavio Camponeschi, Regional Director Italy, McAfee Inc

Con oltre 15 anni di esperienza alle spalle acquisita ricoprendo posizioni di responsabilità in aziende di primo piano nel settore informatico, Ottavio Camponeschi viene chiamato alla guida della filiale italiana di McAfee Inc. nell’ottobre 2003 per rinforzare gli input strategici e commerciali e condurre la filiale italiana al raggiungimento degli obiettivi di business prefissati. Classe 1964, Camponeschi ha completato gli studi negli Stati Uniti presso la Hempstead University con specializzazione in Computer Science. La sua carriera è iniziata in Toshiba nel 1985 per continuare poi in realtà di spicco del mondo informatico per approdare, nel 1995, in BMC Software. Entrato come Sales Manager nei 5 anni successivi, che hanno contribuito fortemente alla sua ricchissima esperienza nelle vendite, ha ricoperto svariati incarichi di responsabilità per poi lasciare l’azienda nel 2000 nella posizione di Country Sales Manager. L’ultima esperienza professionale, dal 2000 sino al settembre 2003, vede Ottavio Camponeschi in Ariba, dapprima come Country Manager Italia, per poi diventare Regional Manager Sud Europa e, infine, Vice President Sud Europa e Francia

Cosa si intende per sicurezza informatica? Oggi per dare una definizione di sicurezza informatica bisogna tenere presente uno scenario completamente differente. Da quando 25 anni fa è stato individuato il primo virus informatico, la sicurezza informatica si è evoluta in modo incredibile. Non assistiamo più semplicemente ad attacchi come virus, trojan, mass mailing come in passato, vediamo piuttosto che le aziende oggi subiscono attacchi da minacce molto più sofisticate e molto più mirate. I programmi di key logging che sono nascosti dentro ai trojan, gli attacchi denial of service, spyware, spam, phishing e furto d’identità solo per citare alcune delle minacce che sono oggi maggiormente diffuse. Allo stesso tempo gli stessi sistemi IT diventano più complessi, e quindi più vulnerabili e più soggetti al rischio di attacchi o di infezioni. Per questo motivo, oggi più che mai, la sicurezza informatica deve essere affrontata in modo integrato, combinando servizi, consulenza, prodotti e soluzioni di gestione. Per questo è indispensabile calarsi nella realtà del cliente e questo è l’approccio di McAfee da sempre, per offrire soluzioni nel modo più mirato possibile, per supportare i clienti nella creazione di policy, nell’analisi e nella gestione delle criticità, delle vulnerabilità, delle minacce e nelle relative contromisure da porre in atto, fino alla verifica del rispetto delle policy”. Come si presenta il mercato italiano della sicurezza e quali sono le prospettive? Oggi la tendenza che sta emergendo indica che le aziende, anche in Italia, sono consapevoli di aver bisogno di qualcosa di più dell’antivirus o del firewall per proteggere i sistemi. E’ necessaria una soluzione completa di sicurezza, non solo per proteggere i sistemi ma anche per rispondere alle normative vigenti. Fino a poco tempo fa la parola chiave era “best of breed”: per ogni componente di sicurezza di rete, si sceglieva la soluzione migliore o in astratto per fiducia nel nome, o in concreto perché la più adatta alla situazione specifica. E’ da questo trend che emerge però il problema chiave che indica come gestire una gamma di diverse soluzioni di fornitori differenti sia un problema intricato. I software di sicurezza hanno bisogno di essere continuamente aggiornati, mentre le licenze devono essere rinnovate ed acquistate su base costante. Inoltre dover gestire queste diverse soluzioni non è efficiente. Vediamo che “l’esplosione di sicurezza” che sta verificandosi nella spesa It sta diventano un rompicapo, dato che i Cio e gli It Managers rispondono ai nuovi attacchi comprando soluzioni multiple di sicurezza ma non sempre scegliendo soluzioni efficienti. Che rapporto hanno le imprese italiane con la sicurezza? Se ci domandiamo quale sia il principale problema di sicurezza di un utente aziendale, la risposta non sorprenderà: la mancanza di tempo e denaro e le risorse sufficienti. L’ultima volta che un qualsiasi fornitore di sicurezza si è presentato da un cliente e si è sentito dire “disponiamo di tempo, denaro e risorse illimitate, vogliamo acquistare tutto quanto ci potete offrire” è: mai. Per questo per le PMI McAfee ha introdotto McAfee Total Protection for small business, una soluzione basata sull’esperienza passata di McAfee nel rilasciare sicurezza e software sottoforma di servizio, che garantisce un ambiente di sicurezza sempre attivo e sempre aggiornato. Si tratta di un’offerta dedicata alle piccole aziende che hanno bisogno di protezione per desktop e server contro virus, spyware, attacchi da parte di hacker, spam e furti di identità. Gli aggiornamenti di sicurezza sono automatici e il controllo di report e configurazioni viene fornito tramite una console per la gestione centralizzata basata su web. Nella versione Advanced viene fornita come servizio automatico, con aggiornamenti automatici e il controllo di report e configurazioni è fornito tramite un portale web centralizzato. Qual è la vision di McAfee? Vorrei a questo proposito rispondere con una provocazione: McAfee non è solo antivirus. Siamo la società leader nel mercato della prevenzione delle intrusioni e dell’analisi delle vulnerabilità e offriamo soluzioni complete per proteggere desktop, server, dispositivi wireless e l’infrastruttura di rete contro minacce alla sicurezza esistenti o ancora sconosciute. Da leader nelle soluzioni antivirus, infatti, ci siamo evoluti a fornitore di sicurezza “pure play”, ampliando il nostro raggio di intervento a tutti quei settori che oggi sono ritenuti strategici per garantire un’operatività senza interruzioni a piccole, medie e grandi aziende, offrendo soluzioni efficaci che vanno dal rilevamento alla prevenzione delle intrusioni, fino al security risk management. Qual è il vostro cliente tipo? McAfee insieme ai partner di canale fornisce prodotti e soluzioni a utenti finali, piccole e medie aziende, grandi imprese, e pubbliche amministrazioni (tra cui agenzie governative, aziende sanitarie, enti scolastici e infrastrutture critiche). Quali sono i vostri competitor? I nostri competitor storici sono società come Symantec, ISS, Trend Micro, ma come posizionandoci pure player nell’ambito sicurezza abbiamo certamente conquistato una posizione di assoluto vantaggio nei confronti di tutte le aziende che operano nel settore della security. Cosa offre in più McAfee rispetto ai competitor presenti in Italia, perché preferirvi? Noi siamo l’unica società pure player nell’ambito della sicurezza. McAfee investe più del 17% del proprio fatturato in ricerca e sviluppo, e le nostre soluzioni rispondono ai più elevati standard di mercato, sono estremamente efficaci e in grado di soddisfare le aspettative dell’utenza e la protezione dei loro dati personali, ecco perché McAfee conta circa 100 milioni di clienti nel mondo, circa il 40% delle grandi aziende è protetto con tecnologia McAfee, mentre sono 20 milioni gli utenti online ai quali aggiungere 15 milioni di utenti Ntt Docomo. La società ha registrato nel 2005 un fatturato di 987,3 milioni di dollari, che dovrebbero diventare 1,050-1,150 miliardi di dollari nel 2006. Il fatturato netto consolidato per il primo trimestre 2006, chiuso il 31 marzo, è stato di 272 milioni di dollari. Com’è andato l’ultimo anno e quali sono i vostri gli obiettivi futuri? McAfee è di fatto il più grande fornitore mondiale nel settore della sicurezza: 1,07 miliardi di dollari, a fine 2005, pari a una crescita del 15%; crescita ribadita nel primo trimestre 2006, e confermata nel secondo quarter, 1,3 miliardi di dollari di cash, una capitalizzazione che oscilla tra i 4 e i 5 miliardi di dollari, 750 milioni di dollari “non riconosciuti a libro”. Insomma, un’azienda molto solida e concreta, che cresce su tutti i mercati, dalle grandi alle piccole e medie imprese, al consumer. Stiamo prendendo quote di mercato a Symantec sul mercato consumer e cresciamo in tutto il mondo anche sul mercato enterprise: nel 2004, in Italia più del 70%, l’anno scorso una stabilizzazione del business sul 25-30% che dovrebbe essere mantenuto anche nel 2006. RIPRODUZIONE RISERVATA

Se vuoi rimanere aggiornato su Intervista a Ottavio Camponeschi, Regional Director Italy, McAfee Inc iscriviti alla nostra newsletter settimanale

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*