Intervista a Mario Giachino, Amministratore Delegato di MultiWire S.r.l., dealer dei prodotti Kerio in Italia

Mario Giachino, 43 anni, entra nel campo dell’informatica nel 1983. Con una crescita professionale costante, nel 1993 intraprende l’attività di consulente e nel 1995 avvia uno dei primi Internet Service and Application Provider in Italia, MultiWire S.r.l., per il quale, oggi, ricopre la carica di amministratore delegato e responsabile tecnico. Con MultiWire, inizia da subito la sua collaborazione con Tiny Software, dalla quale Kerio acquisirà i prodotti tutt’ora sviluppati e commercializzati.

Come si presenta il mercato italiano e quali sono le prospettive? Sulla base della nostra esperienza le prospettive per il mercato della sicurezza in Italia non possono che essere positive, infatti c’è ancora una vasta fetta di mercato che è, addirittura, da alfabetizzare. Come contropartita è richiesto un grosso impegno, da parte di dealer e rivenditori, proprio in questo senso: il potenziale cliente ha necessità di sicurezza e non lo sa; chi è in grado di evidenziare i rischi che sta correndo ogni momento ha praticamente chiuso una vendita. C’è anche da dire che il mercato della sicurezza, in Italia, è fortemente inquinato dalla pessima interpretazione di un’ottima legge. Mi riferisco alla 196/2003 sulla sicurezza. Stuoli di consulenti e di rivenditori hardware e software hanno approfittato per far pagare alle aziende cifre spropositate per la stesura di documenti che, com’è facile immaginare, da soli non forniscono alcun tipo di protezione, tralasciando l’aspetto principale: la sicurezza dei sistemi informativi e, quindi, delle informazioni. Che rapporto hanno i consumatori con questo mercato? Spesso il consumatore è paragonabile a quel motociclista che si mette il casco perché è obbligatorio, poi però non lo allaccia, e appena è certo che non ci siano poliziotti nei dintorni, ne approfitta per farsi un giretto senza. Quasi sempre, però, è sufficiente fare toccare con mano al potenziale cliente quali sono i rischi che sta correndo e quali sono, soprattutto, i costi che sta già sostenendo a causa di una errata gestione della sicurezza. Quando il potenziale cliente è ha conoscenza di ciò allora si è già trasformato in un cliente. Qual è la vision di Kerio? Kerio è impegnata nello sviluppo e distribuzione di prodotti per la gestione sicura delle informazioni, a partire dalla protezione, con Kerio WinRoute Firewall, per arrivare alla gestione sicura, con Kerio MailServer. La certezza dell’informazione è alla base di qualsiasi forma di business (e, se vogliamo, anche di vita). Dobbiamo poter essere certi di ciò che sappiamo e dobbiamo sapere tutto ciò che ci serve. Per esempio, con MailServer, Kerio non garantisce solo che le informazioni inviate giungano a destinazione, ma anche che le informazioni attese possano raggiungerci e che non si perdano tra migliaia di altre informazioni non richieste; permette l’accesso alle informazioni solo a chi ne ha diritto ma sempre e con qualsiasi strumento adatto; con WinRoute Firewall completa il quadro, garantendo tutte le verifiche che devono essere effettuate prima che un qualsiasi pacchetto di dati si sposti da e per la rete locale. Qual è il vostro cliente tipo? Potenzialmente tutti coloro che devono gestire informazioni in rete, quindi oggi possiamo dire chiunque; in realtà ci rivolgiamo alle imprese che gestiscono il proprio patrimonio informativo in rete. Da una rete di soli due computer che si connette ad Internet, fino alle reti distribuite geograficamente e composte da migliaia di postazioni, tutti possono integrare i prodotti Kerio per dare la sicurezza necessaria alle loro informazioni. Quali sono i vostri competitor? I nomi non sono tanti ma le differenze sono spesso abissali, talvolta in termini di qualità, altre volte in termini di convenienza. Spesso il cliente tende a paragonare i nostri prodotti con altri completamente differenti e non confrontabili. Ad esempio: paragonare Kerio WinRoute Firewall con un firewall hardware è un errore grossolano: non esistono firewall hardware che permettano una gestione così completa ed integrata con il sistema di rete esistente come il prodotto Kerio, a meno che non si decida di accettare costi elevatissimi, soprattutto dal punto di vista della gestibilità. Il migliore dei prodotti non vale nulla se non è utilizzabile appieno dal suo utente. Cosa offre in più Kerio rispetto ai competitor presenti in Italia, perché preferirvi? È difficile rispondere in poche righe a questa domanda senza cadere nella banalità. Ovviamente dipende cosa confrontiamo con i nostri prodotti. In linea generale Kerio lavora da anni, come ho già detto, allo sviluppo di prodotti per la gestione sicura delle informazioni. Il livello di sicurezza raggiunto è ottimo, come dimostrano anche i diversi riconoscimenti e le certificazioni ottenute. Ma non basta. I prodotti Kerio sono caratterizzati anche dalla gestibilità, dalla semplicità d’uso, che permette all’amministratore della rete di poter intervenire sempre tempestivamente, in modo mirato e con sicurezza. Quali sono le novità del settore? Riguardo al Firewall direi che la novità, anche se non inattesa, sta nell’enorme incremento dei tentativi di attacco a qualsiasi tipo di postazione connessa alla rete: non più solo virus ma programmi di ogni genere sono scatenati alla ricerca indiscriminata di porte aperte, dati incustoditi, macchine disponibili. Solo il traffico generato da questi programmi ha un costo elevatissimo; quando poi i loro attacchi riescono… Kerio WinRoute Firewall sta dimostrando sempre più la sua robustezza e anche se per noi non lo è, per qualcuno questa è una novità. Per il MailServer, invece, le novità sono sostanziali: con la nuova versione di Kerio MailServer la semplice comunicazione si è arricchita con l’intercomunicabilità, grazie all’integrazione dei sistemi personali, come cellulari e palmari, tra quelli che hanno accesso a messaggi, eventi, contatti ed attività. Ovviamente in piena sicurezza, anche a fronte del furto o dello smarrimento del dispositivo. Com’è andato l’ultimo anno e quali sono i vostri obiettivi futuri? L’ultimo anno è stato caratterizzato dalla concentrazione di tutti gli sforzi di Kerio sui due prodotti diventati il simbolo stesso dell’azienda: Kerio MailServer e Kerio WinRoute Firewall. La scelta è stata senza dubbio premiante, infatti le vendite in Italia sono fortemente cresciute e coloro che già utilizzavano i prodotti Kerio hanno rinnovato la loro fiducia acquistando le sottoscrizioni che danno diritto agli aggiornamenti. Come per qualsiasi azienda, anche per Kerio l’obiettivo principale è quello di aumentare il volume d’affari, ed in Italia intendiamo raggiungerlo lavorando sull’alfabetizzazione dell’utenza alla sicurezza.

Se vuoi rimanere aggiornato su Intervista a Mario Giachino, Amministratore Delegato di MultiWire S.r.l., dealer dei prodotti Kerio in Italia iscriviti alla nostra newsletter settimanale

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.