Wind e Infostrada: rimborsi al via per blackout di giugno 2014

Rimborsi partiti per i clienti Wind e Infostrada senza linea nella giornata del 13 giugno 2014.

Wind: rimborsi partitiWind: rimborsi partiti

Lo scorso 13 giugno 2014 le utenze telefoniche Wind e quelle Infostrada sono rimaste del tutto mute per molte ore.
Colpa di un blackout della rete Wind che, oltre che sulla telefonia fissa, ha provocato disagi anche agli utenti dei servizi di telefonia fissa e ADSL Infostrada.
Si apprende oggi che, a seguito delle lamentele formali ricevute, la Wind sta procedendo ad attivare le procedure di rimborso, nei tempi e nei modi stabiliti nel corso di un incontro avvenuto dai rappresentati dell’azienda con le associazioni dei consumatori e l’Autorità per le garanzie delle comunicazioni.
In totale saranno circa 6700 le persone che beneficeranno del rimborso Wind, dunque non l’intera “platea” di clienti dell’azienda di telecomunicazioni.
Il motivo è presto detto: si andranno i risarcire i clienti che hanno avviato la procedura di richiesta di rimborso avviata dall’associazione di consumatori Altroconsumo.
All’indomani del blackout Wind del 13 giugno scorso, infatti, Altroconsumo ha dato la possibilità di iscriversi ad un’azione legale nei confronti di Wind.
Tutti coloro i quali hanno lasciato i propri dati, aderendo alla formale protesta, si vedranno dunque risarciti.
Nel caso in cui non si fosse raggiunto un accordo equo e congruo, Altroconsumo avrebbe proseguito con la promulgazione della class action contro Wind.
La vicenda però si è già positivamente conclusa, con la disponibilità di Wind a rimborsare i clienti.

A questo punto tutti coloro i quali si sono rivolti ad Altrocunsumo riceveranno le istruzioni per la richiesta definitiva di rimborso direttamente via mail, all’indirizzo segnalato nel modulo online messo a disposizione dopo il blackout.
Nello specifico, ecco a quanto ammontano i rimborsi Wind:

  • Telefonia mobile in abbonamento e telefonia fissa: sconto di 2,5 euro che verrà applicato sull’importo della prima fattura utile, entro due mesi; inoltre si avrà diritto ad 1 GB di navigazione gratis per le utenze business.
  • Ricaricabili: 1 GB di navigazione gratis per chi ha attivo un piano dati. Ancora: un bonus del 20% per tutte le ricariche effettuate nelle 48 ore seguenti all’attivazione fino ad un valore massimo di 50 euro. Questo bonus potrà essere speso entro 30 giorni dalla data di attivazione, dunque verrà consumato in via prioritaria rispetto al credito disponibile pagato dall’utente.

Se vuoi rimanere aggiornato su Wind e Infostrada: rimborsi al via per blackout di giugno 2014 iscriviti alla nostra newsletter settimanale

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*