WhatsApp: notifiche personalizzabili e "segna come non letto"

Un occhio al risparmio sulla batteria, “segna come non letto”, notifiche a tempo e suonerie personalizzabili: ecco le novità targate WhatsApp.

WhatsApp si aggiorna con molte novità utiliWhatsApp si aggiorna con molte novità utili

Tra le varie applicazione di uso comune che stanno vedendo continui miglioramenti si può certamente annoverare WhatsApp.
Utilissimo è infatti anche l’ultimo aggiornamento in ordine di tempo, quello caratterizzato dalla versione 2.12.5.
La prima funzione degna di nota è quella chiamata “Segna come non letto”: nel momento in cui si riceve un messaggio, è possibile decidere di “archiviarlo” come se non fosse stato letto, in maniera tale da poter tornare a leggerlo successivamente.
La funzione può essere utile, ad esempio, quando non si ha tempo o si apre “distrattamente” una chat, senza poter aver modo all’istante di leggere con la dovuta attenzione e rispondere.
COn questa nuova opzione, la chat verrà trascinata sul lato destro, così da poterla distinguere dalle altre.
L’aggiornamento 2.12.5 di WhatsApp inoltre vede un’altra importante novità: viene data la possibilità di personalizzare le notifiche. Esattamente come accade per telefonate ed sms tradizionali, anche su WhatsApp arriva la modalità che consente di associare una determinata suoneria ad un utente (oppure ad un gruppo).
Inoltre si potrà inserire una sorta di “timer” da usare per silenziare in un determinato periodo di tempo le notifiche di arrivo di messaggi da alcuni o tutti i contatti.

Da oggi – almeno per quanta l’app su iOS – è poi possibile salvare anche i video con un backup, modalità fino ad oggi non esistente.
Per concludere, si è anche lavorato su un aspetto che certamente non è mai da sottovalutare: il tema del risparmio energetico.
La nuova versione di WhatsApp avrà infatti un impatto ridotto sui consumi della batteria.

Se vuoi rimanere aggiornato su WhatsApp: notifiche personalizzabili e "segna come non letto" iscriviti alla nostra newsletter settimanale

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*