Vine, app vietata ai minori per contenuti espliciti

Vine, applicazione per girare e condividere brevi video su Twitter, è stata già vietata ai minori, dato il proliferare di contenuti spinti.

VineVine

Sbarcata da pochi giorni sugli smartphone di moltissimi iscritti a Twitter, l’app Vine conosce già le sue prime modifiche nelle politiche di utilizzo.
Vine, utile per caricare video su Twitter in maniera diretta, permette di condividere video della durata massima di sei secondi.
La novità, introdotta direttamente dall’a.d. di Twitter Dick Costolo, è però velocemente sfuggita di mano allo staff del social network, dal momento che l’arrivo di Vine sugli schermi degli smartphone degli iscritti ha generato anche la pubblicazione di mini-video dai contenuti fin troppo espliciti.
Non ci sono ancora filtri o funzionalità che possano arginare il dilagare di filmati hot, dunque al momento si è deciso di applicare una regola restrittiva all’accesso a Vine: l’aggiornamento alla versione 1.0.5 vieta infatti il download di Vine ai minori di 17 anni.
Un provvedimento che probabilmente avrà scarsa efficacia e che forse limiterà di molto poco la condivisioni di immagini esplicite, anche perchè si tratta di “autocertificare” che si ha più di 17 anni per poter procedere regolarmente.
Altro deterrente è quello dell’introduzione di funzionalità che permettono di segnalare gli utenti sgraditi oppure di segnalare contenuti non ritenuti appropriati.

In realtà, oltre al fatto che su Vine non c’è filtro, è da sottolineare anche che trovare i video “incriminati” realizzati con Vine e poi condivisi su Twitter è sin troppo semplice: probabilmente è questo il vero punto debole del sistema.
Per questo si è deciso di non dare più la possibilità di ricercare determinate parole all’interno del social network basato sul microblogging. Tuttavia eludere un limite del genere non è certo complicato e dunque il fenomeno del dilagare di video dai contenuti espliciti su Twitter è ben lungi dall’essere stato bloccato.

Se vuoi rimanere aggiornato su Vine, app vietata ai minori per contenuti espliciti iscriviti alla nostra newsletter settimanale

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*