Ubuntu Edge, lo smartphone non si farà: le motivazioni

Lo smartphone Ubuntu Edge non raggiungerà i mercati e non si farà del tutto: ecco il perchè.

Ubuntu EdgeUbuntu Edge

Qualche settimana ci siamo occupati dei uno smartphone di nuova concezione, in uscita prossimamente.
Si tratta di Ubuntu Edge, device basato appunto su Ubuntu che avrebbe preso realmente forma grazie al progetto di raccolta fondi partito per lo più online.
Si apprende in queste ore da Mark Shuttlerworth, portavoce del team al lavoro su Ubuntu Edge, che l’uscita dello smartphone non potrà avvenire, poichè la soglia di capitali necessari per continuare è ancora troppo lontana.
L’azienda che avrebbe dovuto produrre lo smartphone, la Canonical, ha infatti a suo tempo richiesto 32 milioni di dollari per portare a termine il progetto.
Tuttavia la cifra sin qui raccolta si aggira su poco meno di 13 milioni di dollari che, pur essendo un “gruzzoletto” affatto trascurabile, non è abbastanza da far proseguire la fase di sviluppo e produzione di Ubuntu Edge.
Mark Shuttlerworth, nell’annunciare l’abbandono del progetto volto alla messa in vendita, ha ufficializzato che i contributi pervenuti tramite PayPal saranno rimborsati entro 5 giorni lavorativi.

Tuttavia, data l’attenzione catalizzata su Ubuntu Edge e la partecipazione effettivamente riscontrata, l’operazione è comunque da annoverarsi tra i successi e tra i progetti-pilota che potrebbero a breve, in futuro, aprire nuove strade.

Se vuoi rimanere aggiornato su Ubuntu Edge, lo smartphone non si farà: le motivazioni iscriviti alla nostra newsletter settimanale

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*