Smartphone Microsoft allo studio, rumors

Arrivano interessanti rumors che riguardano la possibile uscita di uno smartphone proprietario targato Microsoft, al momento ribattezabile come “Surface Phone“.

Windows: probabile smartphone in arrivoWindows: probabile smartphone in arrivo

Arrivano novità – sebbene ancora solo sotto forma di rumors – dagli Stati Uniti e dal quartier generale di Microsoft in particolare.
Stando ad un articolo apparso sul Wall Street Journal, l’azienda di Redmond sarebbe a buon punto per la progettazione e la produzione di uno smartphone proprietario.
Sulla scia della nascita del tablet Surface, il “Surface Phone” potrebbe dunque essere il primo smartphone a marchio Microsoft, scevro dunque dagli effetti della collaborazione nata a suo tempo con Nokia.
Solitamente quando a parlare è qualche firma del Wall Street Journal il sentore di novità dietro l’angolo c’è tutto: anche in passato le anticipazioni rilasciate sulle colonne del noto giornale sono state poi quasi del tutto attese puntualmente.
Questa volta si legge che le informazioni reperite arriverebbero da fonti interne ad aziende asiatiche di componentistica.
Queste ultime sarebbero già state contattate da personale preposto Microsoft, al fine di poter far partire la produzione del nuovo device.

I test, in svolgimento nello stato di Washington, sarebbero in corso, sebbene non sia chiaro se e quando partirà una vera e proprio produzione di massa, da destinare dunque ai mercati.
Si parla dunque di fasi assolutamente embrionali di questo progetto che potrebbe portare ad uno smartphone con diagonale compresa tra i 4 e i 5 pollici. Questo unico “indizio” porta a considerare l’ipotetico device come uno smartphone di alta fascia, in aperta concorrenza con iPhone 5 e Samsung Galaxy S 3.
Non si conoscono altri dettagli in merito e dunque occorrerà altri rumors nelle prossime settimane per capire se effettivamente c’è una sorta di Surface Phone allo studio.

Se vuoi rimanere aggiornato su Smartphone Microsoft allo studio, rumors iscriviti alla nostra newsletter settimanale

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*