Noverca chiude: i clienti passano a TIM, ecco cosa fare

La chiusura dell’operatore telefonico Nòverca fa passare tutti i clienti automaticamente a TIM: cosa fare? Ecco le istruzioni.

Nòverca chiudeNòverca chiude

E’ notizia di questi giorni la chiusura ufficiale dell’attività di Nòverca, operatore di telefonia mobile operante da qualche anno in Italia.
Il gestore virtuale ha infatti deciso di abbandonare il segmento dei privati offerto in virtù del fatto che l’azienda è – o sarebbe meglio dire che era? – un MVNO (Mobile Virtual Network Operator), dedicandosi principalmente ad altro tipo di attività pensate per il business.
Per fare ciò ha quindi avviato le operazioni di dismissioni delle linee virtuali, comunicando con una nota ufficiale di aver raggiunto un accordo con Telecom Italia.
Ciò vuol dire che, a partire dalla data del prossimo 1° febbraio 2015, i clienti Nòverca diventeranno automaticamente clienti TIM.
La promessa fatta dallo staff di Nòverca è quella che tutti i piani tariffari vigenti resteranno inalterati, così come lo stesso numero di telefono assegnato.
Cosa dovranno dunque fare i clienti Nòverca che stanno per diventare clienti TIM?
E’ bene sapere che dal 1° febbraio, pur non agendo in alcun modo, si potrà continuare ad utilizzare normalmente il servizio di telefonia; tuttavia nelle prossime settimane ci si dovrà recare in centro TIm per formalizzare l’attivazione di una SIM TIM.
Ci sarà tempo fino ad aprile 2015 per far ciò, in maniera tale da effettuare correttamente il processo di portabilità conservando il proprio numero e iniziando ad utilizzare tutti i servizi, ma questa volta su rete TIM.
Stando alle attuali informazioni i piani tariffari resteranno inalterati, a meno di proposte particolareggiate che potranno essere messe a punto da TIM proprio per i vecchi clienti Nòverca.
Naturalmente anche il credito residuo presente al momento della portabilità verrà preservato e reso disponibile sin da subito sulla SIM TIM.

Ovviamente è pur sempre possibile scegliere un altro operatore per effettuare la portabilità, prima della cessazione delle attività Nòverca e prima del passaggio obbligato a TIM.
Si potrebbe infine realizzare l’iter suggerito da Nòverca, sfruttando ancora per qualche mese le condizioni tariffarie vigenti, per poi decidere in un secondo momento se proseguire con TIM o se piuttosto passare a Vodafone, Wind, Tre, Poste o ad altri operatori virtuali eventualmente presenti sul mercato.
Per dubbi o chiarimenti si consiglia di prendere visione del sito Nòverca e di seguire la pagina Facebook ufficiale, poichè anche tramite questo canale social vengono veicolate informazioni ufficiali.

Se vuoi rimanere aggiornato su Noverca chiude: i clienti passano a TIM, ecco cosa fare iscriviti alla nostra newsletter settimanale

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*