Motorola Defy+, prezzo dello smartphone resistente a tutto

Motorola Defy+ stupisce per robustezza e per il fatto che sa resistere a urti, acqua e situazioni difficili. Ecco una panoramica su caratteristiche e prezzo di Motorola Defy+.

Motorola Defy+Motorola Defy+

Motorola Defy+ è la resistenza fatta smartphone Motorola: questo device si distingue proprio per essere robusto e per non temere nè urti, nè graffi, nè tantomeno l’impatto con l’acqua.
Merito di ciò è in parte anche del Gorilla Glass display di cui si compone il Motorola Defy+, supportato da schermo TFT capacitivo da 3,7 pollici con risoluzione 480×854 pixel e 16 milioni di colori.
Il processore è un TI OMAP 3620 da 1 GHz, il sistema operativo è Android 2.3 Gingerbread, l’interfaccia è MOTOBLUR UI con Live Widgets e la RAM è da 512 MB; la memoria interna invece è da 2 GB, ulteriormente ampliabile tramite schede microSD, fino ad un massimo di 32 GB.
Buona anche la fotocamera: una 5 Megapixel con flash Led, stabilizzatore di immagine, autofocus e geotagging. La risoluzione arriva a 2592 x 1944 pixel ed è anche possibile girare video.
Una funzione interessante è la possibilità di utilizzare il Motorola Defy+ come navigatore, dal momento che è equipaggiato di un’antenna A-GPS con bussola digitale.
Connettività totale assicurata da GPRS/EDGE/UMTS e HSPA, potendo contare inoltre su Wi-Fi, Bluetooth, tethering e hotspot, questi ultimi molto utili per la condivisione. Per quanto riguarda il browser di navigazione, Motorola Defy+ si avvale di Android HTML Webkit con Adobe Flash 10.
Completano il quadro la Radio FM stereo RDS, il lettore multimediale e, per restare in tema musicale, l’applicazione SoundHound, già precaricata.
Buona anche la batteria, una Li-Po 1700 mAh.
Motorola Defy+ ha un prezzo consigliato di vendita di 299 euro. Malgrado le offerte, riscontrabili ad esempio su Amazon, non ci sono ancora state grandi riduzioni di prezzo.

Se vuoi rimanere aggiornato su Motorola Defy+, prezzo dello smartphone resistente a tutto iscriviti alla nostra newsletter settimanale

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*