Facebook Messenger introduce la trascrizione dei messaggi vocali

Sperimentazione al via su Facebook Messenger per permettere le trascrizioni vocali.

Facebook MessengerFacebook Messenger

Facebook sta continuando ad investire decisamente in favore dell’app di messaggistica Facebook Messenger.
Lo testimonia il fatto che recenti dichiarazioni dei vertici dello staff responsabile dello sviluppo dell’app svelano progetti recenti e di prossima applicazione.
Si apprende infatti che su Facebook Messenger stanno per arrivare le trascrizioni dei messaggi vocali, stando a quanto fa sapere David Marcus, a capo del team di sviluppo dell’applicazione.
E’ infatti già in fase di test la funzionalità che offrirà un’anteprima scritta di un messaggio vocale.
Ciò risulterà particolarmente utile in tutti quei contesti nei quali non è momentaneamente possibile ascoltare la breve registrazione inviata da un nostro contatto.
Si pensi ad esempio ad una persona che, mentre si trova in sala lettura in biblioteca, riceve un messaggio vocale ed è sprovvista di auricolari. Fino ad oggi l’unica possibilità per ascoltare il contenuto del file sarebbe stata uscire dalla biblioteca, subito o al termine del proprio studio.
Da oggi invece sarà possibile non attendere oltre, potendo contare sulla trascrizione del messaggio vocale.

L’altra faccia di questa novità è rappresentata dalla possibilità di dettare il messaggio tramite la propria voce, facendolo così trascrivere dall’app così da consegnarlo al destinatario soltanto in forma scritta.
Al momento queste nuovissime funzionalità sono state già integrate nel menù dell’app Facebook Messenger di un numero ancora molto ridotto di utilizzatori.
Terminata questa fase di test, dopo aver apportato le eventuali modifiche necessarie al corretto sviluppo e funzionamento dell’app, il nuovo progetto verrà introdotto per tutti gli utenti, in tutto il mondo.

Se vuoi rimanere aggiornato su Facebook Messenger introduce la trascrizione dei messaggi vocali iscriviti alla nostra newsletter settimanale

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*