Facebook Lite, app leggera per connessioni lente e device vecchi

Facebook punta ad un’app specifica per chi ha un telefono vecchio o è sotto copertura di una connessione lenta: è l’app Facebook Lite.

Facebook LiteFacebook Lite

Novità interessante in arrivo dalla piattaforma Facebook: è stata presentata l’applicazione “Facebook Lite”.
Si tratta di una versione molto alleggerita – per così dire – della app classica di Facebook, studiata dello staff del social network per facilitare l’utilizzo della piattaforma in determinate circostanze.
Facebook Lite è nata principalmente per favorire la tenuta delle reti sociali nei paesi in via di sviluppo, dove le connessioni non hanno buone prestazioni.
Tuttavia Facebook si può rivelare utile anche in altri frangenti: quando ci si trova in un’area con scarsa potenza del segnale per navigare oppure quando si ha a disposizione soltanto un device datato.
Facebook Lite pesa meno di 1 MB (0,53 MB per la precisione) e consuma pochissimo traffico dati, dal momento che l’app richiede il minimo in fatto di informazioni che vengono normalmente scambiate tra i server Facebook, l’account personale e il device stesso.
Foto e anteprime di vario genere (da link a pagine ecc…) vengono proposte in bassa risoluzione, rendendo tutto molto leggero, fluido e fruibile anche in condizioni non ottimali di navigazione.
Al momento in cui si sta scrivendo, si apprende che Facebook Lite è stato già reso disponibile in Asia, in America Latina, in Africa ed in Europa.

Inoltre per adesso la nuova app è stata rilasciata soltanto su Play Store, dunque solo ed esclusivamente per device che girano su sistema operativo Android.
Pochi sono i dettagli divulgati – fondamentalmente poichè si tratta di un’app intuitiva e semplice, adatta a chiunque – tramite il profilo ufficiale di Mark Zuckerberg chein questo caso è diventato l’organo ufficiale di informazione riguardo questa novità.

Se vuoi rimanere aggiornato su Facebook Lite, app leggera per connessioni lente e device vecchi iscriviti alla nostra newsletter settimanale

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*