Esami maturità 2013: smartphone individuati da rilevatori

Agli esami di maturità 2013 potrebbero far capolino dei rivelatori di smartphone, per evitare di far copiare.

Smartphone agli esami di maturità ©foto technobuffalo.comSmartphone agli esami di maturità ©foto technobuffalo.com

Si avvicinano gli esami di maturità 2013 e con essi i dubbi e i timori: non solo quelli derivanti dal dover sostenere le prove ma anche quelli di insegnanti, commissari e presidi.
Di anno in anno, infatti, la presenza di smartphone e tablet nelle aule è assolutamente cresciuta, andando a diventare un argomento da considerare quando si tratta di compiti in classe e ancor più di esami di maturità.
Le possibilità, infatti, di ricorrere al web o alle dritte di amici e parenti tramite connessione su smartphone sono decisamente salite e dunque il personale docente al lavoro nelle giornate degli esami di maturità 2013 si sta interrogando su come poter arginare il fenomeno.
Bandite le vecchie “cartucciere” e i metodi di scoppiazzatura con biglietti ed espedienti tramandati di generazione in generazione, ora tutto corre su schermi dei proprio device.
Se già da anni i commissari invitano i maturandi alla consegna di cellulari, smartphone e tablet all’ingresso in aula, per la prossima prova di giugno l’Associazione Nazionale dei Presidi ha deciso invece di richiedere un intervento più deciso e radicale.

E’ infatti stata fatta richiesta al neo ministro dell’istruzione Maria Chiara Carrozza di una dotazione tecnica particolare: i rilevatori di smartphone.
Il presidente dell’ANP Giorgio Rembado ha inoltre invocato anche la collaborazione della Poliziale Postale, affinchè si possa vigilare in rete, per evitare che determinati siti possano inserire velocemente la risoluzione alle tracce della maturità 2013.
Questa seconda ipotesi sembra decisamente di più difficile attuazione.
L’idea della sistemazione dei rilevatori di smartphone nelle sedi di esame arriva dalla sperimentazione in atto in Germania: qui, infatti, la tecnologia è già in uso da qualche tempo.
Appare piuttosto difficile allo stato attuale dotare le scuole di questa apparecchiatura in tempi brevi ma quel che è certo è che la proposta è stata lanciata.

Se vuoi rimanere aggiornato su Esami maturità 2013: smartphone individuati da rilevatori iscriviti alla nostra newsletter settimanale

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*