Candy Crush compra la parola "candy" in America: è polemica

L’azienda King.com, sviluppatrice dell’applicazione di gaming “Candy Crush“, ha attenuto il copyright della parola “candy“: la decisione non è priva di ripercussioni pesanti e polemiche.

Candy Crush acquisisce i diritti della parola "candy", caramellaCandy Crush acquisisce i diritti della parola "candy", caramella

Arriva dagli Stati Uniti una notizia piuttosto forte, destinata a far discutere non tanto e non solo nel mondo dei giochi ma anche nella vita quotidiana di molte aziende.
L’azienda “King.com“, società balazata agli onori della cronaca per aver rilasciato la famosissima app di gioco Candy Crush, ha acquistato tutti i diritti sulla parola “Candy“.
L’autorità competente in materia – la United States Patent and Trademark Office – dopo circa un anno di richieste e trattative è giunta ad esprimere il suo consenso, cedendo dunque tutti i diritti di utilizzo e il copyright stesso della parola “candy” (in italiano caramella) alla King.com.
Gli scenari che si aprono ora sono veramente molteplici e per certi versi affatto rassicuranti per le parti interessate: teoricamente l’azienda potrebbe vietare l’utilizzo del termine candy ad altre realtà produttive oppure chiedere il pagamento di cifre per l’utilizzo della parola stessa.
In effetti la King.com non ha perso tempo, almeno per ciò che riguarda il suo settore di elezione e competenza: si apprende infatti che le richieste di rimozione della parola “Candy” dal nome di altre app sono già partite al cospetto dei relativi sviluppatori.

A chi lavora nel settore e ha ricevuto la richiesta non resterà altro che pagare oppure avviare procedimenti legali, almeno per quanto riguarda apparentemente la situazione attuale che si è appena andata a creare, in maniera tra l’altro decisamente inedita rispetto al passato.
Le reazioni non si sono fatte attendere e lo scossone è stato decisamente forte, nei confronti di molte altre realtà che operano nel settore delle app di gaming.
Di certo appare molto strano, per non dire paradossale, che una parola di uso così tanto comune venga “assegnata” in esclusiva ad un’azienda.

Se vuoi rimanere aggiornato su Candy Crush compra la parola "candy" in America: è polemica iscriviti alla nostra newsletter settimanale

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*