Apple lancia Night Shift, per dormire meglio

Night Shift è una nuova funzionalità progettata da Apple per diminuire i disturbi del sonno.

Night Shift di AppleNight Shift di Apple

Periodicamente si parla di possibili disagi che l’utilizzo di smartphone e tablet possono arrecare a chi sta per andare a dormire.
Sonno disturbato, difficoltà ad addormentarsi, fino addirittura a vera e propria insonnia: si ipotizza che usare il proprio device a letto o comunque in momenti che dovrebbero precedere il riposo possa arrecare dei fastidi ai naturali ritmi sonno-veglia.
Uno dei problemi maggiori in tal senso sarebbe l’esposizione degli occhi al display: la retroilluminazione andrebbe a disturbare alcuni soggetti.
Se per alcuni consultare siti e app direttamente sul cuscino del letto porta gradualmente alla sonnolenza, per altri invece i risvegli dopo essersi addormentati diventano ancor più fastidiosi poichè accompagnati dalla luce dello schermo.
Apple ha dunque pensato di ovviare almeno parzialmente a questo genere di disagi, presentanto una nuova funzionalità rintracciabile nella versione 9.3 di iOS.
Il suo nome è “Night Shift” e, una volta attivata, funzionerà automaticamente. Il suo meccanismo fondamentale prevede l’utilizzo dell’orologio e del sistema di geolocalizzazione del dispositivo.
In tal modo Night Shift potrà elaborare questi dati, così da andare a calibrare correttamente la luminosità e le tonalità dello schermo.

Mano a mano il display attenuerà la luce blu – responsabile secondo alcuni studi di andare a modificare il ritmo circadiano – così da restituire tonalità cromatiche più calde, in modo da non rendere difficoltoso l’addormentamento e il sonno.
Al mattino, Night Shift saprà inoltre far tornare i livelli di luminosità usualmente utilizzati, settandosi quindi differentemente dalle ore serali.
Il tutto avverrà automaticamente, senza alcuna necessità di andare ad agire manualmente sul device.

Se vuoi rimanere aggiornato su Apple lancia Night Shift, per dormire meglio iscriviti alla nostra newsletter settimanale

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*