Youtube: il servizio "Collections" (Raccolte) chiude a fine maggio 2015

La sezione “Collections” (Raccolte) di Youtube cesserà di esistere da fine maggio 2015.

Novità in vista su YoutubeNovità in vista su Youtube

Piccolo cambiamento in vista su Youtube: Google – proprietaria della piattaforma – ha comunicato che a partire dal prossimo 20 maggio 2015 verrà dismesso il servizio “Collections”.
In italiano la funzionalità è chiamata “Raccolte” e permette – come il nome suggerisce – di organizzare più contenuti, “raccogliendoli” secondo criteri che gli stessi utilizzatori potranno creare e preferire.
Nulla di molto differente rispetto all’utilizzo del menù “Preferiti” o “Segnalibri” dei browser di navigazione, nè nulla di troppo dissimile da quel che si può fare con un software di gestione di feedreader e RSS.
Senza alcuna spiegazione particolarmente motivata e giustificata, Google ha dunque ufficializzata la chiusura di tale strumento; perciò tutti coloro i quali fino ad oggi hanno usato questa funzionalità per poter meglio catalogare i canali preferiti e seguiti dovranno riaorganizzare la propria personale piattaforma.
Il messaggio divulgato così recita: “Il 20/05/2015 sospenderemo le Raccolte poichè ci concentreremo su altri servizi per rendere le tue iscrizioni ancor più piacevoli”.
In realtà non si tratta di un grande stravolgimento nei meccanismi di fruizione di Youtube, considerando che la pura e semplice sottoscrizione dei canali permette di per sè di organizzare bene la visualizzazione di contenuti di proprio interesse.

Non si potrà creare oppure rinominare alcuna raccolta – ad esempio raggruppando canali dello stesso genere sotto un’unica “etichetta” – ma ora il tutto dovrà essere gestito in maniera differente.
Quali saranno dunque i futuri nuovi servizi che verranno lanciati in futuro? Impossibile saperne qualcosa al momento: non resterà che attendere.

Se vuoi rimanere aggiornato su Youtube: il servizio "Collections" (Raccolte) chiude a fine maggio 2015 iscriviti alla nostra newsletter settimanale

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*