Wi-fi libero: abolito decreto Pisanu

Un passo in avanti per la diffusione del wi-fi libero in Italia: nell’ambito del pacchetto sicurezza di cui il Governo ha discusso oggi, è stato deciso di abolire il decreto Pisanu relativo all’accesso al wi-fi libero da hot spot wifi.

Wi-fi liberoWi-fi libero

Dal 1° gennaio 2011 ci si potrà collegare via hot spot wi-fi pubblici senza attivare le farraginose procedure previste attualmente dal decreto Pisanu. Il provvedimento, nato per assicurare sicurezza e tracciabilità di utilizzazione del mezzo nell’ambito di una strategia antiterrorismo, consiste nel registrare la connessione (offerta ad esempio da locali pubblici) presso la Questura, procedendo inoltre alla richiesta di documenti di riconoscimento degli utilizzatori.
Pur nella teorica bontà dell’intento (monitorare la rete nell’ottica della lotta al terrorismo) il decreto Pisanu ha però nei fatti imbrigliato l’accesso libero al web da luoghi pubblici.
Oggi il Ministro Maroni ha annunciato che dal 1° gennaio 2011 tutto ciò verrà superato in favore di una nuova proposta, di cui i dettagli non sono stati ancora divulgati.

Se vuoi rimanere aggiornato su Wi-fi libero: abolito decreto Pisanu iscriviti alla nostra newsletter settimanale

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*