Telecom blocca parzialmente il P2P, è ufficiale

Telecom blocca il P2P: l’incubo degli internauti avvezzi al P2P e alla condivisione online sta per avverarsi. A meno di non voler pagare un sovrapprezzo, aderendo ad uno dei probabili nuovi profili tariffari in vigore dal 1° marzo.

TelecomTelecom

Telecom ha annunciato che, a partire dal 1° marzo 2011 – dunque tra pochi giorni – provvederà ad aggiornare le condizioni generali di contratto relative all’offerta ADSL. Lo scopo è stato apertamente comunicato: è in atto una razionalizzazione della banda a disposizione, il cui punto principale sarà la limitazione della velocità di connessione nei confronti di ciò che divora banda: le applicazioni P2P, di file sharing e simili.
L’azione sarà compiuta – come si legge sulla comunicazione ufficiale diramato da Telecom Italia – per salvaguardare tutti gli utenti, soprattutto nelle fasce orarie di maggior traffico: filtrando parzialmente i trasferimenti via P2P, chi utilizzerà la connessione per la “semplice” navigazione dovrebbe poter avere dei benefici in termini di velocità.
In soldoni, chi ha necessità di maggior banda e di maggior mole di dati da scaricare, prossimamente potrà scegliere un profilo tarriffario apposito, pagando però più che attualmente.
Tutti i dettagli, però, verranno ufficializzati a partire dal 1° marzo 2011.

Se vuoi rimanere aggiornato su Telecom blocca parzialmente il P2P, è ufficiale iscriviti alla nostra newsletter settimanale

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*