Parto in diretta su Google Street View in Germania

Un’automobile di Google Street View ha ripreso un parto in diretta: un bambino è nato per strada, sotto gli occhi indiscreti di Google Street View. E in Germania avvengono lanci di uova contro edifici, sempre per via del servizio Google Maps.

Parto in diretta ripreso da Google Street ViewParto in diretta ripreso da Google Street View

Incredibile vicenda in arrivo da Wilmersdorf, in Germania: le telecamere di Google Street View hanno ripreso un parto in diretta. Un bambino è nato per strada, su un marciapiede, a cielo aperto e Google Street View ha immortalato il momento.
La scena è ben visibile (come da foto a corredo dell’articolo): si può notare la neo-mamma accasciata a terra, sorretta da qualcuno e aiutata a partorire da una terza persona. La foto, come riporta l’Ansa, è stata salvata e proposta dal sito Gizmodo prima che fosse sostituita con una versione diversa, “ripulita” dai protagonisti di questa incredibile circostanza.
La novità di questo parto in diretta su Google Street View sta facendo rapidamente il giro del web, sia per l’eccezionalità della situazione, sia perchè proprio in Germania si sono verificati gli ultimi eposodi di mobilitazione contro ciò che è ritenuta l’invadenza di Google Street View.
Se indubbiamente la neo-mamma aveva ben altro a cui pensare, alcuni cittadini tedesci hanno invece reputato utile informare Google che il servizio di mappatura non è affatto gradito, richiedendo esplicitamente l’oscuramento delle proprie case, fino addirittura alla cancellazione di un intero paese.
Il risultato, su Google street View, è praticamente un’immagine sfuocata delle case in questione. Alcuni fan di Google hanno a questo punto agito, animati dallo slogan “Google è fico“, lanciando uova contro gli edifici oscurati.
Insomma, Google Street View in Germania ha scatenato strane coincidenze e atti tra il goliardico e il vandalico.

Se vuoi rimanere aggiornato su Parto in diretta su Google Street View in Germania iscriviti alla nostra newsletter settimanale

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*