Nuovi domini con estensione personalizzata: via libera dell'ICANN

Novità in campo internet e più nello specifico nel settore delle attivazioni di nuovi siti: è stata ufficializzata dall’ICANN l’opportunità di registrare nuovi domini con estensione personalizzata.

ICANN autorizza i sito con estensione personalizzataICANN autorizza i sito con estensione personalizzata

Da oggi chiunque potrà registrare un sito con estensione personalizzata: ai più classici .com, .org e .net, le aziende potranno preferire un “.nomeimpresa”.
L’ICANN (Internet Corporation for Assigned Names and Numbers), l’ente internazionale che decide in materia, ha rilasciato il suo via libera: a partire dal 12 gennaio 2012 le aziende e le città potranno fare richiesta per registrare domini utilizzando un’estensione personalizzata.
La possibilità è data a tutti ma bisogna sottolineare che non si tratta di un’innovazione alla portata di chiunque: la cifra da pagare per ottenere il proprio dominio con estensione personalizzata si aggira sui 185.000 dollari.
Facile dunque ipotizzare che questa novità potrà essere più facilmente accolta e sfruttata da grandi aziende presenti a livello mondiale.
Altra ipotesi è che il fenomeno della registrazione, da parte di privati, dei domini .com con il nome di grosse aziende probabilmente vedrà il tramonto.
In passato, infatti, sono stati molteplici i casi di registrazioni di domini recanti il nome di realtà conosciutissime, messa a segno da persone qualunque, non riconducibili in alcun modo al marchio stesso. Lo scopo è presto detto: rivendere alla stessa azienda in questione quel sito appena registrato, ad un prezzo ovviamente molto più alto.
Il fenomeno lucrativo, poi arginato da una serie di provvedimenti giudiziari che hanno tutelato le aziende, probabilmente cesserà dal momento che attivare un’estensione personalizzata costerà così tanto caro.
Al momento le modalità di accesso a tale possibilità sono ancora abbastanza restrittive, almeno negli intenti: le prime domande potranno essere presentate all’ICANN dal 12 gennaio 2012 al 12 aprile 2012. Successivamente l’ente internazionale valuterà caso per caso e chiederà a garanzia non solo la cifra suddetta di 185.000 dollari ma ulteriori 25.000 euro all’anno.
Una volta approvati, i siti con i nuovi domini dall’estensione personalizzata potranno essere lanciati online.
Sono previste certamente nuove tornate di papabili iscrizioni ma in questa fase si è deciso di selezionare le domande, quasi come se si trattasse di una procedura “a numero chiuso”.
E così, a 26 anni dalla nascita del .com, internet si prepara ad una nuova fase della sua storia, con possibilità di apertura di siti e domini praticamente infinita.

Se vuoi rimanere aggiornato su Nuovi domini con estensione personalizzata: via libera dell'ICANN iscriviti alla nostra newsletter settimanale

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*