Microsoft: come riottenere 15 GB gratis su OneDrive

Su OneDrive tornano disponibili 15 GB di spazio a disposizione gratuita. Non per tutti.

OneDrive di MicrosoftOneDrive di Microsoft

All’incirca un mese fa gli utenti iscritti a OneDrive – la piattaforma di storage in cloud di Microsoft – hanno appreso con sorpresa della variazione di una condizione d’uso del servizio.
Microsoft ha infatti deciso di tagliare sulla capacità di archiviazione promessa precedentemente agli utenti, andando a diminuire lo spazio disponibile in maniera gratuita.
I 15 GB disponibili inizialmente gratis sono infatti stati ridotti a 5 GB, generando non poche lamentele da parte degli utenti regolarmente iscritti alla piattaforma.
In queste ore giunge notizia di una novità in tal senso: Microsoft ha deciso di fare marcia indietro e di ripristinare la gratuità su 15 GB, come in passato.
Tuttavia è bene tener presente che non tutti potranno godere del “rinnovato” beneficio: la misura riguarderà infatti soltanto i vecchi clienti.
Le nuove iscrizioni non vedranno il riconoscimento della suddetta soglia offerta gratuitamente.
C’è poi una seconda condizione da prendere attentamente in considerazione: il ritorno ai 15 Gb gratuiti non avverrà in maniera automatica per i vecchi iscritti.
Occorrerà infatti farne apposita e specifica richiesta allo staff che gestisce il servizio OneDrive.
A tale proposito è stata allestita e pubblicata online un’apposita sezione, raggiungibile tramite l’indirizzo https://preview.onedrive.com/bonus/.
Questa procedura potrà essere condotta soltanto entro la data limite fissata da Microsoft: le domande dovranno pervenire entro e non oltre il 31 gennaio 2016.
Al termine di questo periodo e comunque in mancanza di tale esplicita richiesta, il proprio account OneDrive non potrà contenere più di 5 GB di spazio di archiviazione gratuito.
C’è poi una seconda tipologia di utente che dovrà considerare un cambio di politica dettata da Microsoft: gli abbonati Office 365, infatti, non potranno disporre più di spazio illimitato ma dovranno “accontentarsi” di storage in cloud fino ad un massimo di 1 TB.
Infine, sono stati rimodulati anche i piani di abbonamento precedentemente disponibili: spariranno i piani da 100 e da 200 GB, in favore di un unico piano da 50 GB, offerto al prezzo di 1,99 dollari al mese, presumibilmente nel corso del primo semestre del 2016.

Microsoft ha deciso di applicare dei tagli poichè, a seguito di alcuni controlli effettuati negli scorsi mesi, ci si è accorti che una piccola parte di iscritti a Office 365 stavano archiviando troppi file di grandi dimensioni, superando addirittura i 75 TB. Si è dunque ritenuto che questo fosse un uso improprio del servizio, da ripensare in fatto di limiti imposti.
Per maggiori informazioni e per prendere visione di tutte le novità in dettaglio riguardanti OneDrive, si consiglia di consultare il sito https://onedrive.live.com.

Se vuoi rimanere aggiornato su Microsoft: come riottenere 15 GB gratis su OneDrive iscriviti alla nostra newsletter settimanale

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*