Il web in Italia al giro di boa ma la banda larga resta una chimera

E’ tempo di bilancio per Internet in Italia e l’ISTAT, come di consuetudine, traccia un quadro sull’utilizzo della Rete durante il 2010. Un nucleo familiare su due utilizza Internet ma la banda larga non è altrettanto diffusa.

ISTATISTAT

Fine anno, tempo di rendiconto. L’ISTAT ha appena diffuso i dati relativi al rapporto degli italiani con Internet nel 2010.  Il 52,4 % delle famiglie italiane (le famiglie composte da persone giovani sono più sensibili ad Internet), secondo la fonte ISTAT, si collegano ad Internet. E’ con questo quadro che l’Italia tecnologica si appresta ad affrontare il secondo decennio del 2000.

La banda larga
E se il dato può far pensare ad un segno positivo non altrettanto si può dire della tipologia di connessione. Il problema della banda larga in Italia rimane uno zoccolo duro e non si prevedono tempi stretti per la diffusione della connessione ad “alta velocità”. In Europa la percentuale di diffusione della banda larga è in media del 61% mentre la media italiana è al di sotto di circa 12 punti percentuale. Il quadro si presenta ancora più sconcertante se si guarda alla posizione del nostro Paese in Europa nella “speciale classifica” della diffusione della banda larga. L’Italia si posiziona appena al ventiduesimo posto nonostante proprio nell’ultimo biennio la banda larga ha avuto un’accelerata nella sua diffusione.

I social network
Quasi un utente su due (45%) di Internet utilizza social network (Facebook, MySpace, Twitter, etc.)  e un utente su tre (36, 7%) partecipa alla vita dei siti con commenti, chat, blog, etc.

I servizi in Internet
Il settore viaggi è trainante in Internet. Ben il 45,1% degli utenti utilizza Internet per pianificare un viaggio o informarsi. I siti di informazione, giornali in primis, sono seguiti dal 44% degli utenti italiani collegati ad Internet. Un utente su 3 (30%) consulta ed utilizza i servizi delle banche e della TV e radio (31,3%).

Se vuoi rimanere aggiornato su Il web in Italia al giro di boa ma la banda larga resta una chimera iscriviti alla nostra newsletter settimanale

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*