Google Video chiude: come salvare i propri video caricati

Google Video dice addio ai monitor di tutto il mondo: ecco ora come muoversi per evitare di perdere i propri filmati caricati su Google Video, disponibili ancora per pochi giorni.

Google Video chiudeGoogle Video chiude

Arriva una comunicazione ufficiale relativa alle sorti di Google Video: dal 29 aprile il servizio cesserà di esistere. E’ la fine annunciata di un prodotto che, a ben guardare, non ha più senso: dopo l’acquisizione di Youtube, Google ha già in mano il più grande servizio riferibile ai video, dunque mantenere un’altra piattaforma – ormai quasi dimenticata dagli utenti – è una scelta dispendiosa. Inoltre, sono già due anni che Google Video non accetta più il caricamento di nuovi video ma la sola visione di quelli esistenti: la chiusura, dunque, non stupisce nessuno e sembra anzi una scelta ponderata e saggia.
Così, dal 29 aprile tutto ciò che per anni è passato su Google Video non sarà più raggiungibile al pubblico: è dunque ora di salvare i propri video caricati su Google Video.
Per questa operazione Google concede agli utenti qualche giorno in più: il termine ultimo per poter salvare i propri filmati è fissato per il 13 maggio, dopo di che tutto sparirà in maniera irreversibile.

Come fare per salvare i video da Google Video, magari per portarli su Youtube?
Purtroppo non è stato previsto alcun sistema automatico per compiere il trasferimento, dunque occorrerà ri-caricare sul proprio pc il filmato in questione e solo successivamente si potrà decidere – eventualmente – di renderlo disponibile su Youtube.
Quel che è stato previsto è invece un apposito pulsante per scaricare direttamente i video (in formato FLV), tutti riepilogati in un’unica pagina recante una tabella riassuntiva dei propri carimenti.
Trattandosi di operazioni che necessitano di tempo, consigliamo di non effettuarle troppo a ridosso della data di scadenza del 13 maggio 2011.

Se vuoi rimanere aggiornato su Google Video chiude: come salvare i propri video caricati iscriviti alla nostra newsletter settimanale

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.