Google: segnalazione link indesiderati possibile con Disavow Links

Ecco come effettuare segnalazione di link indesiderati a Google con il nuovo strumento chiamato "Disavow Links": la novità è utile per rifiutare link in entrata.

Disavow link: tool di segnalazione link indesideratiDisavow link: tool di segnalazione link indesiderati

Novità dal fronte Google, relativa agli strumenti messi a disposizione per i webmaster.
Da un paio di giorni è possibile far segnalazione di link indesiderati: quando ci si ritrova con link in entrata in arriva da siti non graditi, da oggi è possibile comunicarlo a Google.
Il nuovo tool si chiama “Disavow Links” ed è stato presentato da Matt Cutts.
Il suo funzionamento è piuttosto semplice: basterà scaricare la lista dei siti che inviano link di ritorno al proprio sito, creando a questo punto un nuovo file sul quale annotare – con apposita sintassi – i domini sgraditi o le singole pagine sulle quali campeggia il link che si preferisce rifiutare.
Preparato questo report, lo si potrà dunque caricare sui server di Google: lo staff lo prenderà in carico e agirà di conseguenza, nelle settimane successive.
Lo strumento diventa particolarmente utile nel momento in cui ci si accorge di essere vittime, ad esempio, di manovre scorrette messe in atto dai propri concorrenti, al fine di manipolare il PageRank e dunque la considerazione generale del proprio sito agli occhi del motore di ricerca.
Non sono infatti rari i casi in cui si assiste all’arrivo massiccio di link al proprio sito, da parte magari di siti penalizzati, di bassa qualità o comunque palesemente non graditi ai fini delle regole del buon SEO.
Prima di inviare la richiesta completa, è inoltre possibile lasciare commenti per aiutare i tecnici a chiarire meglio la situazione, utilizzando prima dell’inizio delle frasi il simbolo #.
Da Google si fa ad ogni modo sapere che lo strumento va usato con raziocinio e senza esagerare, oltre che a seguito di semplice richiesta di rimozione link direttamente al webmaster del sito non gradito.

Solo successivamente si potrà procedere, tramite il proprio pannello di controllo, alla richiesta di rimozione link tramite nuovo tool.
In questo caso, però, è bene sapere che un’eventuale re-inclusione dei siti inizialmente rifiutati non sarà poi così automatica: lo staff preposto dovrà infatti studiare attentamente la nuova richiesta, prima di eventualmente accettarla, sempre che alla base ci siano reali motivi validi.
Maggiori informazioni possono essere reperite nel post dedicato allo strumento Disavow Links sul Google Webmaster Central Blog.
Ecco il video di presentazione realizzato da Matt Cuts.

Se vuoi rimanere aggiornato su Google: segnalazione link indesiderati possibile con Disavow Links iscriviti alla nostra newsletter settimanale

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*