Google for wedding: preparativi di matrimonio con Google

Per chi teme lo stress da preparativi di matrimonio, Google propone il nuovo servizio Google for wedding, uno strumento di pianificazione per non lasciare nulla al caso.

Google for Wedding: matrimonio online su GoogleGoogle for Wedding: matrimonio online su Google

Google for wedding è il nuovo servizio Google dedicato a chi sta organizzando il proprio matrimonio: una sorta di wedding planner virtuale o, più realisticamente, un’agenda interattiva in continua evoluzione.
Usare Google for wedding è molto semplice: basta fare accesso al servizio e partire, volendo, dalla costruzione di un minisito dedicato al proprio matrimonio online. Queste pagine potranno raccontare la storia della coppia, potranno essere visitate da amici e parenti e funzionare da punto di incontro virtuale per chi vuol comunicare con i promessi sposi.
Con lo strumento Picnik si potranno editare foto e creare e-cards, magari persino l’invito alla cerimonia nuziale da inviare a quegli invitati che badano meno alle formalità.
Con l’ausilio di Google Docs si potrà, a questo punto, stilare la lista degli invitati, tenere sotto controllo le spese per ristorante, bomboniere e fiori, pianificare gli appuntamenti importanti da non dimenticare, per tenere tutto sotto controllo in un solo click.
Per finire, Google for Wedding suggerisce di sfruttare lo spazio che mette a disposizione Picasa per creare l’album di matrimonio, magari da veicolare e linkare ai presenti per lasciar loro un ricordo di quel giorno.
Per lanciare Google for Weddings, Mountain View ha deciso di promuovere un concorso: chi organizzerà il proprio matrimonio entro l’anno, concorrerà ad un premio di una certa entità. In palio c’è l’intera organizzazione delle proprie nozze da parte di Michelle Rago, wedding planner di grido, e un premio di 25000 dollari. Il matrimonio sarà virtuale e online ma in palio c’è qualcosa di molto reale.

Se vuoi rimanere aggiornato su Google for wedding: preparativi di matrimonio con Google iscriviti alla nostra newsletter settimanale

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*