Google Find my Phone: funzione per ritrovare smartphone perso o rubato

Con Google Find my Phone è possibile ricercare il proprio smartphone nel caso di furto o di smarrimento.

Google Find my PhoneGoogle Find my Phone

Google ha deciso di rendere un servizio ai propri utenti, implementando sullo stesso motore di ricerca una funzionalità interessante.
Si tratta di “Google Find my Phone” e si basa sulla localizzazione del proprio dispositivo mobile.
La funzionalità non ha dunque necessità di essere attivata tramite un’app ma è disponibile per tutti tramite la stessa home di Google.
In tal modo, tramite desktop, si potrà quindi riuscire a localizzare il proprio smartphone o tablet, nel caso se ne sospetti il furto.
I campi di utilizzo possono essere anche altri: l’utente distratto che lascia il device ovunque potrà rintracciarlo più facilmente: in auto, in ufficio, nell’armadietto della palestra, ecco che utilizzando “Google Find my Phone” si vedrà in tempo reale la collocazione dello smartphone.
Ovviamente, affinchè il servizio possa essere funzionante, si dovrà accedere al proprio account Google e registrare uno o più dispositivi di cui si è in possesso.
Tramite l’app di Google – nella versione più aggiornata – lo si potrà fare molto velocemente.
Altra condizione base affinchè tutto possa essere operativo è la presenza di connettività sia sul device che dalla postazione di ricerca.
Ultimo step obbligatorio: occorrerà rendere attiva la localizzazione del telefono e dei dati direttamente sullo smartphone.
A questo punto si potrà tentare la ricerca e si riceverà la posizione dello smarphone su una mappa.
Le opzioni attivabili sono quindi differenti: si potrà semplicemente sincerarsi della collocazione del device. Nel caso fosse nelle immediate vicinanze (ad esempio dentro casa) lo si potrà far suonare tramite Google. Infine – nel caso se ne sospettasse il furto o lo si visualizzasse troppo lontano – lo si potrà bloccare, cancellandone da remoto anche tutti i dati.

Si tratta certamente di una funzionalità molto utile non solo in caso di furto dello proprio terminale ma anche in situazioni di “sbadata quotidianità”, proprio per via del fatto che il sistema di Google potrà attivare un alert a richiesta.
Tutto sommato il servizio non è molto dissimile dall’analoga funzionalità offerta dalla Apple ma nel caso di “Google Find my Phone” il tutto avviene in maniera rapida e direttamente da motore di ricerca: gesti semplicissimi ai quali gli utenti sono abituati.

Se vuoi rimanere aggiornato su Google Find my Phone: funzione per ritrovare smartphone perso o rubato iscriviti alla nostra newsletter settimanale

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*