Facebook: motore di ricerca social allo studio

Facebook vuol entrare nel campo dei motori di ricerca, in aperta concorrenza con Google: a quanto pare un team di ingegneri e di esperti è già al lavoro.

Facebook, progetto motore di ricerca al viaFacebook, progetto motore di ricerca al via

Mentre si prepara al suo ingresso in borsa nei prossimi mesi, Facebook non smette di apportare cambiamenti non solo alle funzionalità del social network e all’aspetto delle sue pagine ma anche alla visione stessa del suo futuro.
La nuova avventura della creatura di Mark Zuckerberg sembrerebbe essere nel campo dei motori di ricerca: stando ad alcune indiscrezioni, pare che un team di esperti formato da una ventina di ingegneri sia già al lavoro per mettere a punto un motore di ricerca targato Facebook.
La concorrenza a Google si farebbe dunque diretta e d’altronde ciò si è reso palese già da diverso tempo, ad opera però di Google stesso: con la nascita di Google +, il social network di Google, l’impatto sociale nella ricerca organica si è fatto un po’ più evidente.
Facebook però farebbe l’operazione inversa: sulla base della notevolissima ed impressionante mole di informazioni raccolte dagli iscritti al social network negli ultimi anni, il motore di ricerca in blu andrebbe a suggerire SERP personalizzate, sfruttando le “scie spontanee” lasciate dai proprio “Mi piace” e dai link condivisi con i propri amici.
Fin qui la teoria: c’è infatti da sottolineare che il lavoro sembra solo appena cominciato e che le vere peculiarità dell’ipotetico motore di ricerca di Facebook non solo ovviamente note.

Anche in questo caso il pericolo flop è in aguato o per lo meno lo è il pericolo imitazione: se Google è stato criticato per aver voluto lanciare il progetto social Google + e per non essere ancora riuscito ad emergere in tal senso, lo stesso si potrebbe probabilmente dire di Facebook che andrebbe a metter piede in un campo nel quale Google è leader incontrastato.
C’è però da notare che per una certa fetta di popolazione web dire “internet” equivale tout court a dire “Facebook”: sono soprattutto i giovanissimi ad essere entrati in rete per partecipare alla vita virtuale di Facebook dunque è probabile che per queste persone un motore di ricerca targato Facebook potrebbe molto facilmente e spontaneamente diventare la porta d’accesso ai contenuti web mondiali.
Ben diverso il discorso per chi nella rete è approdato da più tempo e che, dal canto suo, vede ancora Google come personalità dominante nel mettere ordine ai milioni di link e parole che circolano online.

Se vuoi rimanere aggiornato su Facebook: motore di ricerca social allo studio iscriviti alla nostra newsletter settimanale

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*