Facebook Graph Search: motore di ricerca social pronto

Graph Search” è il nuovo motore di ricerca di Facebook, per trovare informazioni e persone all’interno di Facebook.

Facebook Graph SearchFacebook Graph Search

Facebook fa un passo ulteriore nell’espansione delle funzionalità all’interno della piattaforma e lancia il nuovo motore di ricerca sociale chiamato “Graph Search“.
Molta l’attesa attorno a questa presentazione, dal momento che un certo numero di giornalisti nei giorni scorsi si sono visti recapitare un invito dal quartier generale di Facebook per un evento particolare e sul quale non era stati fatti trapelare dettagli.
In molti hanno ipotizzato che si trattasse della presentazione di un molto atteso Facebook Phone, dal momento che se ne parla da mesi (e che al tempo stesso da mesi arrivano però smentite ufficiali).
Invece protagonista dell’evento è stato il nuovo motore di ricerca “Graph Search”.
Un primo passo verso la concorrenza aperta a Google? Troppo presto per tirare una conclusione del genere, dal momento che questo nuovo motore di ricerca va ad agire solo e soltanto all’interno di Facebook stesso e non, dunque, nel web in senso più generale.
La ricerca sociale non andrà a produrre risultati solo pescando nella propria lista di amici ma si rifarà a tutti gli iscritti di Facebook, estendendosi dunque notevolmente e riferendosi a ciò che è stato condiviso.
Sarà possibile effettuare a Graph Search vere e proprie richieste, non solo usando parole chiave ma formulando frasi: sarà quindi possibile sapere quante e quali “persone amano il film Matrix” o chiedere di cercare gli “iscritti che praticano running”.

Il tutto, stando a quanto affermato da Zuckerberg, con occhio di riguardo per la privacy degli iscritti: Graph Search andrà infatti a scandagliare tra i profili pubblici o comunque con impostazioni non restrittive.
Diversamente il motore di ricerca non proporrà nei risultati i gusti e le connotazioni di profili privati.
Insomma, per Facebook sembra essere arrivato il momento di mettere a frutto l’enorme mole di dati spontaneamente distribuiti dagli iscritti, custoditi nei database.
Con questo sistema, infatti, è naturalmente andare in un certo senso a mettere ordine tra tutti i “Mi piace” espressi e i link condivisi, andando probabilmente a formare il primo gradino per uno sviluppo futuro più consistente del motore di ricerca stesso.
La novità, introdotta e presentata poche ore fa, verrà implementata gradualmente su tutti i profili: come sempre, in pieno stile Facebook, l’esordio è riservato a pochi iscritti per poi venir propagato a chiunque.

Se vuoi rimanere aggiornato su Facebook Graph Search: motore di ricerca social pronto iscriviti alla nostra newsletter settimanale

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.