Bing recupera su Google, il 30% del mercato delle ricerche americane è di Microsoft

Non si arresta la scalata di Bing nel mondo delle ricerche online. Negli Stati Uniti il motore di Bill Gates ha raggiunto il 30% del mercato rosicchiando punti percentuali a Google che si ferma al 64,4%. In Europa la situazione è diversa, Google conserva ancora una leadership quasi assoluta.

Bing recupera su GoogleBing recupera su Google

Saranno gli effetti delle partnership di Microsoft (vedi Facebook) ma la leadership incontrastata di Google inizia a cambiare trend. Il 30% del mercato delle ricerche, negli Stati Uniti, è oggi di Bing (motore di ricerca di Microsoft). Pensare che fino a qualche mese fa Google sembrava avere non solo il monopolio assoluto delle ricerche ma anche di Internet stessa. Oggi, invece, possiamo parlare di un cambio di rotta con la crescita di Bing (sebbene ancora non perentoria) che fa sperare per il mondo delle ricerche dove c’è bisogno di più attori per una democrazia cibernetica.

E’ chiaro che la crescita di Bing è a tutto scapito di Google (64,4%) che, secondo gli ultimi dati provenienti da oltreoceano, è in leggera flessione negli ultimi due mesi. I dati diventano molto più allarmanti se si pensa che Google ha perso il 10% del mercato americano delle ricerche dall’agosto 2010 ad oggi (fonte Experian Hitwise). Pensare che nel mese di agosto del 2010 Bing aveva appena il 9,87% della quota di mercato. La crescita di Bing, se confermata nel tempo, potrebbe portare a risultati insperati fino a qualche tempo fa. C’è chi prevede che la rincorsa di Bing potrebbe portare nell’arco di un anno a scavalcare Google. Tutto questo negli Stati Uniti, naturalmente.

La situazione in Europa, invece, è molto distante da quella americana. Google ha ancora il 95% del mercato delle ricerche nel vecchio continente ma i venti americani fanno ben sperare. Un mercato ricco di più player è un vantaggio sia per gli utenti e sia per la crescita di Internet.

In attesa delle eventuali contromosse di Google che in questo periodo sembra più concentrato su acquisizioni di altra natura come quella di ITA Software che negli Stati Uniti sta facendo molto rumore, archiviamo questo successo di Bing con occhio vigile su cosa accadrà da oggi alla fine dell’anno nel settore delle ricerche online.

Se vuoi rimanere aggiornato su Bing recupera su Google, il 30% del mercato delle ricerche americane è di Microsoft iscriviti alla nostra newsletter settimanale

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*